Assenteismo pubblico: la cura Brunetta funziona!

Cura Brunetta E’ passata la voglia di assentarsi dai pubblici uffici, parola di Brunetta! Le assenze per malattia sarebbero infatti calate a gennaio del 41,6%.
Lo rende noto il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione (www.innovazionepa.it) precisando che sul sito sono consultabili i dati statistici.

Il dato di gennaio (stima riferita al complesso delle amministrazioni pubbliche, ad esclusione dei comparti scuola, università e pubblica sicurezza) conferma in larga misura i risultati dei mesi precedenti attestando la riduzione media complessiva riferita al periodo luglio-gennaio pari al 42,0%.

Torna la voglia di lavorare
L'indagine indica inoltre una tendenza alla contrazione degli eventi di assenza superiori a 10 giorni, che rispetto al gennaio 2007 si riducono del 39,9%. Nella stessa direzione vanno anche i dati sulle assenze per altri motivi che, rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, si riducono del 13,6%. Si confermano quindi le valutazioni condotte negli ultimi mesi. In materia di assenze per malattia, l'azione del Governo ha modificato in maniera strutturale i comportamenti dei pubblici dipendenti. Sembra ormai consolidarsi nel pubblico impiego un comportamento di maggiore responsabilita' ispirato a principi di correttezza professionale e riconoscimento del merito.

Meno malati
Con riferimento alle assenze per malattia, i dati di gennaio confermano come le piu' rilevanti riduzioni siano riferibili agli Enti di previdenza e alle amministrazioni provinciali (rispettivamente -59,8% e -49,0%). Anche per quanto riguarda gli eventi di assenza superiori a 10 giorni, le riduzioni piu' significative riguardano gli Enti di previdenza e le amministrazioni provinciali (rispettivamente -59,7% e -50,7%). Infine, nelle ASL e nelle Aziende ospedaliere si osservano le riduzioni piu' rilevanti con riguardo alle assenze per altri motivi (rispettivamente -25,9% e -14,0%).

  • shares
  • +1
  • Mail