Diritti d’autore: come si vive di rendita?

Diritti autore Eterna la fama così come la rendita. Parliamo di opere intramontabili, la cui notorietà e soprattutto i cui diritti sembrano non esaurirsi con la vita dell’autore.

Come si fa a vivere di rendita con la musica?

Certo il talento indispensabile ma non è l’unico requisito necessario per poter vivere di rendita! Bisogna sapersi muovere, seguire le nuove tendenze e i mercati, compreso quello digitale (aumentato del 101% nell’ultimo anno), stipulare contratti chiari con le case di edizioni e di produzione, tutelandosi e facendo sì che il proprio pezzo giri il più possibile e nelle forme più svariate. Dalle suonerie ai videoclip. Riuscire a scrivere la sigla di una trasmissione o una musica di sottofondo può essere davvero molto redditizio

Che cosa si intende con “diritti d’autore”?

Principalmente di due tipi i diritti d’autore si dividono in “morali”, un riconoscimento della paternità dell’opera e “patrimoniali”, o editoriali, che riguardano lo sfruttamento economico dell’opera. C’è infatti più di un soggetto che li detiene sullo stesso brano. Chi ha scritto il pezzo e le liriche e/o i loro editori detengono il vero e proprio diritto d'autore, cioè il copyright. L'artista che esegue quel brano ha i cosiddetti "diritti connessi", in qualità di esecutore.

Mentre la casa discografica possiede il copyright o i "diritti connessi" del produttore sul brano specifico e cioè sul master originale.

Le cifre?

Dipendono dalla tipologia dei contratti che vengono stipulati. In ogni caso le ripartizioni del diritto d'autore da parte della Siae, vengono calcolate in 24esimi, dei quali 12 (il 50% dei proventi) spettano sempre agli autori del brano (nella ripartizione 4/24 all'autore del testo e 8/24 quello della musica) e 12/24 all'editore. Sul costo unitario di un disco, circa il 9% va per i diritti d’autore, successivamente ridistribuiti. Per poter utilizzare la musica, è necessario avere il permesso di tutti questi soggetti che hanno creato il pezzo, o di coloro a cui essi hanno ceduto i propri diritti (le case di edizioni musicali che hanno pubblicato il brano). I diritti maturati arrivano dalla pubblica esecuzione (live), dalla riproduzione meccanica (la stampa dei cd), da quella televisivo radiofonica e da quella all'estero.

  • shares
  • +1
  • Mail