Certificati in banca e contributi in tabaccheria!

Reti amiche Certificati in banca e passaporti in tabaccheria, questa la rivoluzione inaugurata dal progetto Reti Amiche che continua a coinvolgere nuove istituzioni.
E' l avolta dell'Abi che mette a disposizione della pubblica amministrazione i propri sportelli bancari per il disbrigo di alcune pratiche. Ed ecco che lo stato di famiglia si può fare in banca!

Per i contributi della colf invece basteranno pochi secondi al bancomat, o attraverso il conto corrente on line. Entra a pieno diritto a far parte del progetto e-government 2012 il sistema creditizio che, con un accordo appena sottoscritto mette a disposizione la propria rete di oltre 32.000 sportelli, quasi 42.000 ATM, 28 milioni di carte Bancomat, 1,1 milioni di Pos.

"Reti amiche" è un progetto più ampio, che include vari enti, dalle Poste alla rete dei tabaccai. L'ingresso delle banche sarà preparato al meglio da un Comitato di Coordinamento che si costituirà nei prossimi giorni. Ne faranno parte esperti del settore bancario e del ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione. Sta poi a ogni singola banca scegliere con quale Pubblica Amministrazione stipulare l'accordo, e in che termini distribuire costi e benefici, anche se il ministero sottolinea che "Reti Amiche è un sistema di collaborazione volontarie, senza oneri per lo Stato, che non utilizza risorse dei contribuenti".

L'accordo con le banche era stato preceduto da quello firmato a luglio con Poste Italiane, quello siglato a novembre con l'associazione dei tabaccai e quello concluso a dicembre con il Consiglio Nazionale del Notariato. In via di definizione nuovi accordi con l'Arma dei carabinieri e le farmacie.

Tra le banche, la prima a partire sarà il Gruppo Unicredit, che metterà nel giro di pochi mesi a disposizione i propri 4600 sportelli bancari per il pagamento di contributi per colf e badanti, il pagamento dei contributi previdenziali e il riscatto degli anni di laurea. In tutti i casi il servizio è frutto di un accordo con l'Inps e l'Inail.

Il ventaglio dei servizi delle Pubbliche Amministrazioni offerto attraverso le banche dovrebbe però presto diventare molto più ampio. L'Abi sta studiando l'adozione di protocolli informatici che renderanno possibile il collegamento con le tesorerie degli enti locali e l'adozione delle procedure di fatturazione elettronica. In banca sarà possibile richiedere di tutto, anche la carta d'identità o il passaporto.

Immagine di JACK MOSTRO® vs SPUD&JESUS

  • shares
  • +1
  • Mail