Carburanti: fermi i prezzi di benzina e diesel

Nonostante le quotazioni internazionali siano in lieve rialzo i prezzi raccomandati dei carburanti sulla rete di distribuzione italiana rimangono al palo dopo l'altalena, con le variazioni in salita e in discesa, dei giorni scorsi. Per quanto riguarda i prezzi praticati anche qui non ci sono mutamenti di rilievo, se si esclude un non atteso rialzo dei prezzi alla pompa da parte dei distributori no-logo.


A livello Paese in modalità ''servito'' chi sta praticando i prezzi più bassi? Secondo il monitoraggio effettuato per il Servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia - su un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale - il prezzo medio praticato della benzina passa da 1,779 euro al litro di Eni all'1,792 di Tamoil, con le no-logo ferme a 1,661 euro al litro. Per il diesel si va dall'1,674 euro al litro sempre di Eni all'1,697 di Shell, distributori no-logo a 1,544.

In discesa il prezzo del gpl, con un range compreso tra 0,753 euro/litro di Eni e 0,792 euro/litro di Tamoil, con le no-logo a 0,746. Le medie nazionali di benzina e diesel restano, rispettivamente, ancora sotto quota 1,8 e 1,7 euro al litro, con il gpl a 0,746 euro per litro. Le punte di prezzo fanno invece registrare 1,838 euro al litro per la benzina; 1,720 euro/litro per gasolio e 0,815 per il gpl.

Ricordiamo che la procura di Varese di recente ha messo sotto la lente di ingrandimento sette compagnie petrolifere, big del settore, operanti in Italia e accusate di aver manipolato fraudolentemente i prezzi dei carburanti.

© Foto TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail