RC auto: come si sceglie quella giusta?

Assicurazioni web Navigare per risparmiare, ma attenzione a non annegare! Parliamo delle assicurazioni online e di come spesso sia difficoltoso trovare il preventivo più conveniente in rete. I margini di risparmio sulle polizze “dirette” sono però significativi e, in tempi di crisi si sa, tutto fa brodo!

Le assicurazioni online convincono sempre più anche il mercato italiano, quanto meno sul fronte dell’offerta, e i dati parlano chiaro. A tener testa agli oltre 44 milioni di contratti Rc auto in Italia ci sono 40 compagnie, di cui otto hanno scelto il canale diretto, senza cioè una propria rete di agenzie e nessuna presenza fisica sul territorio, utilizzando il canale del telemarketing e soprattutto quello del Web (appartengono a questa categoria le varie Genialloyd, Direct Line, Genertel e via dicendo).

L’Italia in cifre
Ammonta a 33 miliardi di euro il valore complessivo dei premi pagati dagli italiani nel 2008 con una flessione del 3% rispetto all'anno precedente.
Per capire quanto sia ancora poco diffuso in Italia il fenomeno dell'assicurazione online in Italia basta fare un confronto con quanto succede nel Regno Unito: le compagnie dirette coprono il 74% delle polizze auto - rispetto al 6,4% di quelle italiane - e il 70% del loro business è generato da acquisti legati a ricerche effettuate su siti di comparazione prezzi.

Gli automobilisti inglesi, rispetto a quelli italiani, sono anche più sensibili all'idea di cambiare compagnia assicurativa ogni anno: si verifica per circa un contraente su due (nel 45% dei casi per la precisione) in Inghilterra e per uno su dieci nel Bel Paese. In Italia, va però sottolineato, il comparto delle assicurazioni online cresce a ritmi molto sostenuti e il dato di incidenza del 6,4% del 2008 va confrontato con il 2% del 2001.

L’imbarazzo della scelta
Saper scegliere la polizza più conveniente o comunque più idonea alle proprie esigenze non è affatto semplice. Circa un terzo degli assicurati Rc auto, infatti, secondo un recente sondaggio, chiede ogni anno nuovi preventivi ma solo il 14% di questi cambia effettivamente compagnia – e Internet è da tempo uno strumento di informazione e confronto non indifferente. Proprio per aiutare e guidare il consumatore in una ricerca dell'assicurazione auto "migliore" - tendenzialmente quella meno costosa - che sia semplice e veloce è nato nel giugno dello scorso anno Assicurazione.it, sito di comparazione per le polizze auto che oggi debutta on line nella sua rinnovata versione estesa anche al mondo delle moto e degli scooter in genere.

Dei circa 1.000 preventivi richiesti e processati giornalmente da Assicurazione.it – che vanta oltre 5mila visitatori quotidiani – circa il 10% sono sfociati nel 2009 in un acquisto di polizza Rc Auto. Alla società, che opera da vero e proprio intermediario, viene riconosciuta una percentuale (diversa da compagnia a compagnia) per ogni operazione andata a buon fine. Il modello di business – confermano in tal senso i portavoce – non prende al momento in considerazione l'idea di attivare altri canali di reddito, vedi per esempio la pubblicità on line.

Quale risparmio?
Nel sito si entra gratuitamente e si può calcolare in soli 10 minuti il proprio preventivo mettendo a confronto le proposte, comprensive anche delle principali coperture aggiuntive, di 12 tra le più importanti compagnie assicurative italiane, tradizionali e dirette (l'obiettivo dichiarato è di arrivare a coprire in futuro la totalità dell'offerta).

  • shares
  • +1
  • Mail