Sospese le rate del mutuo per i cittadini residenti nelle zone del sisma

Arriverà dopo Pasqua il decreto legge con primi stanziamenti per le zone terremotate in Abruzzo. Intanto sono sospesi pagamenti dei mutui.

Un aiuto in arrivo a chi in questo periodo ne ha davvero bisogno. Così lo scorso 9 aprile il Consiglio di Ministri ha deciso di sospendere i termini relativi a mutui e bollette per i cittadini coinvolti dal sisma e dopo Pasqua il Governo varerà il decreto legge con il grosso delle misure e degli stanziamenti per le zone terremotate in Abruzzo.
Il ministero dell’Economia metterà a disposizione altri 70 milioni di euro per l’emergenza. Si sale così a cento.
Nel dettaglio:

Sospensione dei mutui
Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, inoltre, ha chiesto alle banche di rinviare le rate dei mutui e ha inviato all’ABI, Associazione Bancaria Italiana, una lettera chiedendo di considerare le ipotesi di azzerare o ridurre i costi connessi alle operazioni bancarie. “Abbiamo sospeso tutti i termini processuali, tutti i termini dei pagamenti fiscali e contributivi”, ha spiegato il premier.
“Il terremoto è definito come causa di forza maggiore che autorizza la rinegoziazione dei mutui contratti dalla popolazione con gli istituti di credito” si legge nel comunicato del Governo.

Sospensione pagamento bollette e rinvio scadenze fiscali
Sono stati sospesi per due mesi, periodo che potrebbe essere prolungato, i termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica e di gas. Verranno rinviate, inoltre, anche tutte le scadenze fiscali e contributive per i lavoratori dipendenti e autonomi che risiedono nelle zone interessate dal terremoto, mentre sarà assicurata la continuità dei pagamenti da parte degli enti previdenziali e assistenziali.

Contributo di 400 euro mensili
Il Governo ha stabilito un contributo alle famiglie sfollate fino a un massimo di 400 euro mensili. A cui si aggiungeranno altri 100 euro per chi ha più di 65 anni o un handicap.
Indennità di 800 euro per commercianti e autonomi
E’ prevista una indennità di 800 euro mensili a tutti i titolari di rapporti di attività commerciali, produttive, agricole, artigianali e simili, che hanno dovuto sospendere l'attività per gli eventi sismici. Tale indennità viene riconosciuta anche ai collaboratori coordinati e continuativi in possesso dei requisiti di cui all'articolo 19, comma 2, del decreto legge 185 del 2008.

Esenzione del pedaggio autostradale
Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli ha annunciato l'esenzione del pagamento del pedaggio sulle autostrade A24 e A25 per gli sfollati che utilizzano queste autostrade per spostarsi.

Salvo l’anno scolastico
L’ordinanza salva anche l’anno scolastico, che rischia di non essere valido perché inferiore ai 200 giorni minimi stabiliti per legge.

  • shares
  • +1
  • Mail