Banche: mano tesa all'Abruzzo

Banche abruzzo Il terremoto ha scosso anche il sistema bancario, parola di Abi. L'esortazione partita dall'Associazione bancaria e il documento approvato dal Governo prevedono infatti la sospensione immediata e temporanea fino a fine anno delle rate di mutui e dei finanziamenti per i terremotati.

Il documento dell'Abi abruzzo è stato infatti appena condiviso dai principali istituti bancari presenti nel territorio.

Rate sospese
Le banche che operano nei comuni colpiti dal terremoto si impegnano quindi a sospendere fino al 31 dicembre (e comunque fino alla precedente data di entrata in vigore dei provvedimenti pubblici che saranno appositamente adottati) i pagamenti rateali dei mutui e degli altri finanziamenti bancari compreso il credito al consumo.

Le banche inoltre si impegnano a favorire la rinegoziazione dei mutui attraverso l'allungamento della scadenza con conseguente rimodulazione della rata, salvo altre modalità di rinegoziazione.

Conto corrente "straordinario"
Il documento prevede inoltre alcune condizioni di favore per l'offerta di servizi di conto corrente. Le banche, infatti, si impegnano a non applicare commissioni sui bonifici fatti da qualunque zona del Paese a titolo di donazione per l'emergenza sisma, accogliendo l'invito rivolto dall'Abi a tutte le associate. I clienti colpiti dal sisma, inoltre, non saranno gravati di eventuali commissioni per operazioni di pagamento (bonifici, addebiti ecc.) o per prelievi effettuati per cassa o a mezzo sportelli Atm.

Commissioni annullate
Saranno poi abbattuti eventuali oneri legati a casi di sconfinamento determinati da pagamenti addebitati dopo il terremoto. Le carte di pagamento perse dai titolari, a causa del sisma, saranno sostitute senza applicare le eventuali commissioni dovute per il blocco e/o per l'emissione delle nuove carte. La continuità dei servizi bancari sul territorio sarà garantita dagli istituti di credito che si impegnano a fornire pieno supporto ai clienti delle 44 filiali colpite dal sisma attraverso le filiali funzionanti.

Saranno anche approntate nelle zone colpite dal sisma 15 container e 5 camper adibiti a sportello bancario, presso i quali la clientela potrà svolgere le operazioni essenziali. E sarà garantita la massima disponibilità di contante presso gli sportelli automatici e filiali, grazie alla collaborazione con le Forze dell'ordine, la Protezione Civile e i Comuni.

L'operativita' del servizio interbancario 'Faro', che indica in tempo reale attraverso un numero verde gratuito (800.00.22.66, da telefono fisso e mobile) gli sportelli bancomat funzionanti più vicini, sarà garantito 24 ore su 24.

Gli istituti si impegnano, infine, a valutare l'andamento delle aperture di credito in essere ''nel pieno interesse del cliente e nella consapevolezza della strordinarietà della situazione con particolare riferimento a rinnovi, revoche e sconfinamenti''. Le misure avranno validità ed efficacia immediata.

  • shares
  • +1
  • Mail