Borsa: Milano chiude in rialzo, Piazza affari +0,84%

Piazza Affari chiude in rialzo una seduta incerta, nervosa, che ha cambiato più volte di segno per poi virare definitivamente verso la positività con l’apertura, con gli indici all'insù, di Wall Street. A fine contrattazioni l’indice principale Ftse Mib guadagna lo 0,84%, stessa percentuale per l'AllShare. Il controvalore di volumi scambiati è stato pari a 3,1 miliardi di euro circa. Bene nel complesso il paniere bancario, ma tra le migliori performance odierne ci sono da segnalare Ferragamo che vola e archivia la seduta con un + 3,85%, e nel settore automotive Fiat, a traino del comparto europeo in crescita del 2,12%. I mercati del vecchio continente attendevano in mattinata risultati migliori dall’indice tedesco Zew (che ogni mese misura la fiducia delle imprese, appunto tedesche, e anche le prospettive economiche adi tutta l’area euro, del Giappone e degli Usa) ma non si sono demoralizzati, rimbalzando in scia all’avvio della borsa statunitense. La piazza finanziaria di Francoforte guadagna così alla fine lo 0,72%, come Madrid, Londra sale dello 0,82% e Parigi dello 0,53%.

Lo spread Btp-Bund sul mercato del debito rimane ben al di sopra dei 260 punti base e chiude a 264 punti, con rendimento del Btp fermo al 4%. Il differenziale Bonos spagnoli-Bund viaggia sui 296 punti base con tasso del decennale iberico al 4,32%.

Borsa: Milano apre positiva. Piazza Affari +0,68%

Partono con il segno più le principali borse europee. A Milano l’indice Ftse Mib apre con un +0,68% a 17.287, l'All Share guadagna lo 0,51% a 18.337 punti. In Evidenza Ubi Banca (+1,66%), dopo i buoni dati sui conti, e Ferragamo (+3,12%) che ieri ha annunciato un raddoppio dell'utile netto nei primi 3 mesi del 2013. I listini a Piazza Affari più in generale in questo avvio di seduta approfittano delle notizie in arrivo dai fronti societari e della buona tenuta dei bancari in scia ai risultati del trimestre. Parte male Campari, che già ieri ha registrato importanti vendite: i mercati non sono soddisfatti degli obiettivi raggiunti dal gruppo nei primi mesi dell’anno.

Sul secondario italiano lo spread Btp/Bund apre a 263,7 punti dopo che ieri ha chiuso a 262 con un rendimento del decennale del Tesoro che risale al 4%. Sul mercato dei cambi l’euro in apertura della giornata operativa è in rialzo sul biglietto verde, a 1,3002 dollari (1,2970 alla chiusura di ieri di Wall Street). La moneta unica europea è scambiata a 131,91 contro quella nipponica, con lo yen che è in calo anche sul dollaro.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail