E-government: multe e bollette arrivano online!

Multe e bollette online La svolta tecnologica investe anche le pubbliche amministrazioni. Tutti i cittadini potranno attivare una casella di posta elettronica gratuita e vedersi assicurato il traffico internet gratuito da e verso la Pubblica amministrazione. Sarà così possibile inviare multe, documenti del Comune o bollette telefoniche, del gas e dialogare con gli uffici pubblici grazie a una posta elettronica certificata. Non solo: ''Se un amministratore non risponde in tempi ragionevoli lo faccio condannare"

Il progetto
L’introduzione della Pec (la Posta Elettronica Certificata) avverrà nel mese di settembre e riguarderà 5 milioni di italiani. Ad annunciarlo il ministro della Pubblica amministrazione ed innovazione, Renato Brunetta. In sostanza tutti i cittadini che lo vorranno potranno attivare una casella di posta elettronica gratuita e vedersi assicurato il traffico internet gratuito da e verso la Pubblica amministrazione.

Servizi a misura di cittadino
Sarà possibile, dunque, dialogare con gli uffici pubblici grazie a una posta elettronica certificata, rispetto alla quale "stiamo definendo la gara che si concluderà -spiega il ministro- entro un mese". Un programma "dalle pogenzialita' straordinarie". Perché ad esempio sarà possibile inviare multe, documenti del Comune o bollette telefoniche, del gas etc., proprio attraverso la Pec. "Non è un sogno, non è un'idea, ma una legge che stiamo attivando" prosegue il ministro, il quale precisa: "conto che tutto sia pronto a luglio, per distribuire a settembre l'indirizzo a chiunque lo voglia".

Ma non è tutto. "Se l'amministrazione alla quale ho inoltrato una richiesta - spiega Brunetta - non mi risponde entro un certo standard, posso agire attraverso la class action. Quindi, se un amministratore non risponde lo faccio condannare". E questo "è un pezzo della rivoluzione in corso", conclude.

  • shares
  • Mail