Codice della strada senza pietà!

Codice della Strada E' nell'aria un'ulteriore inasprimento delle pene per i trasgressori del codice della strada. Una svolta all'insegna del rigore e della tolleranza zero annunciata dalla Commissione trasporti della Camera. Da qui sarebbe infatti partita l'approvazione del pacchetto di norme che inaspriscono le sanzioni e le pene per chi sgarra alla guida.

Il Ddl di modifica del Codice della strada passerà alle altre commissioni competenti prima di andare in Aula. Non è ancora del tutto da scartare l'ipotesi che il Governo chieda al Parlamento la delega per la riscrittura complessiva del Codice, cosa che richiedere almeno due anni e che però potrebbe ridurre le novità che saranno introdotte nei prossimi medi con questi due Ddl.

Ecco in breve le novità:

Alcol e droghe - Nessun alcolico per i conducenti con meno di 21 anni, per chi ha conseguito la patente da meno di tre anni e per tutti i guidatori professionali, compresi quelli che si mettono al volante di veicoli per i quali sono richieste le patenti di categoria C, D ed E. per i quali sarà previsto un tasso alcolemico di zero grammi/litro. Pene severissime sono poi previste per chi viene trovato alla guida in stato di ebrezza (con tasso superiore a 1,5 g/l) o sotto l'effetto di stupefacenti e causa un incidente mortale.

Velocità - Riduzione del taglio dei punti, da dieci a sei, per chi supera di oltre 40 km/h ma di non più di 60 km/h il limite di velocità. Ci sarà però un aumento a 500 euro della multa. Chi avrà preso la patente da meno di tre anni non potrà superare i 90 km/h in autostrada (attualmente la soglia è 100 km/h) e i 70 sulle strade extraurbane (attualmente 90). La polizia municipale o locale poi, potrà utilizzare gli autovelox solo su autostrade e strade a scorrimento veloce che passano nel territorio comunale.

Medici - I medici che verranno a conoscenza di una patologia di un proprio paziente che determini una ridotta idoneità alla guida dovranno darne comunicazione al ministero delle infrastrutture. targa e foglio rosa.

Targa - Sarà abbinata al conducente e non più al veicolo, quindi passerà di auto in auto.

Patente - Il foglio rosa che autorizza a esercitarsi alla guida sarà rilasciato solo dopo il superamento dell'esame di teoria. Previste esercitazioni alla guida nelle ore notturne e in autostrada. Ci si potrà esercitare anche a 17 anni, a patto di essere già titolari di patente a e di essere accompagnati da una persona titolare di patente B da almeno 10 anni. Chi ha subìto la revoca della patente (capita soprattutto per alcol e droga) dovrà attendere cinque anni e non più uno solo prima di fare domanda per rifare esercitazioni ed esami per ottenerne una ex-novo. È prevista poi anche l'introduzione della patente a punti e di sanzioni accessorie (come la sospensione della licenza di guida) anche per i motorini e le microcar da città: decurtazioni anche per i patentini e per chi ha la patente normale e guida un motorino o una microcar (oggi per le infrazioni commesse con questi veicoli si paga solo la multa). Se si commette un'infrazione da sospensione patente bisognerà sostenere nuovamente gli esami. Per i minorenni, l'obbligo dovrebbe scattare anche solo per infrazioni che comportano la decurtazione di cinque punti.

Educazione stradale - dall'anno scolastico 2010-2011 verranno introdotti nelle scuole corsi obbligatori di educazione stradale.

Ciclisti - Dovranno indossare giubbetti rifrangenti di notte o anche di giorno se attraversano gallerie.

Altre novità - Saranno ridotte le sanzioni per chi parcheggia moto e scooter sui marciapiedi. quest'ultimo provvedimento è quello che ha riscosso la maggioranza più risicata nel sondaggio promosso da Quattroruote sull'iniziativa parlamentare. Mentre i maggiori consensi sono andati alla norma che prevede corsi obbligatori di educazione stradale nelle scuole.

Fonte: Il Sole 24Ore

  • shares
  • +1
  • Mail