Più privacy se lo scontrino è meno parlante

Scontrino parlante Sparisce il nome del farmaco dallo scontrino fiscale. Questa la novità che dall’anno prossimo entrerà in farmacia.
La ricevuta rilasciata dalle farmacie e utilizzata per dedurre e detrarre la spesa sanitaria nella dichiarazione dei redditi, non dovrà quindi più contenere in dettaglio lo specifico nome del farmaco acquistato, al cui posto sarà invece inserito il codice alfanumerico posto sulla confezione di ogni medicinale.

Il provvedimento, varato dall'Autorità' garante per la privacy, entrerà in vigore il primo gennaio 2010 e intende tutelare i dati sensibili dei consumatori. Lo scontrino parlante che riporta in chiaro, oltre al codice fiscale dell'interessato, lo specifico farmaco acquistato è in grado di rivelare informazioni sullo stato di salute e sulle patologie dei cittadini. Numerose segnalazioni, in questo senso, sono state rivolte al Garante negli ultimi mesi, con riferimento alla dichiarazione dei redditi.

Sulla base del provvedimento del Garante, entro tre mesi l'Agenzia delle entrate dovrà fornire indicazioni per la modifica dello scontrino fiscale rilasciato per l'acquisto di farmaci, indicazioni alle quali le farmacie dovranno adeguarsi al massimo entro il primo gennaio 2010.

  • shares
  • +1
  • Mail