IMU prima casa: 730 da rifare per chi ha compensato

Dopo il decreto del governo che ha sospeso la rata Imu di giugno su prima casa, terreni agricoli e fabbricati i Caf avvertono: oltre 100mila contribuenti hanno già pagato l'Imu sull’abitazione principale tramite la compensazione sul 730. Per cui se non vogliono perdere il credito fiscale tali contribuenti dovranno compilare nuovamente il modello per la dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio.

Il cambio in corsa del governo Letta, che della sospensione dell’Imu di giugno ha inteso fare il suo biglietto da visita, ha spiazzato i Centri di assistenza fiscale i quali lamentano anche i tempi stretti che si profilano per il pagamento dell’IMU sulla seconda casa. I Caf infatti hanno dovuto dare ai contribuenti proprietari di seconda casa il modello F24 per il pagamento telematico "senza codici tributo". E la casella rimarrà vuota anche lunedì: il decreto del governo deve essere prima pubblicato in Gazzetta Ufficiale, poi ci sono da attendere i tempi tecnici per i provvedimenti applicativi.

Come spiegato all’Ansa dal coordinatore nazionale della Consulta dei Caf Valeriano Canepari:

Sono 6-7 milioni i contribuenti che verranno ai Caf nei prossimi giorni. Considerato che finchè non ci saranno i codici tributo non si potrà pagare, ci auguriamo che venga dato un tempo maggiore senza sanzioni.

Per Canepari insomma 4 settimane, da qui al 16 giugno:


sono un tempo molto stretto, anche noi abbiamo bisogno di organizzarci. Capiamo che non si può spostare la scadenza del 16 ma chiediamo che per i 6-7 giorni successivi, per esempio fino al 25 giugno, la gente possa pagare l'Imu senza sanzioni.

Intanto il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo va all’attacco e a proposito della sospensione dell’acconto IMU di giugno (che in assenza di riforma complessiva della materia entro fine agosto dovrà comunque essere pagato a settembre) parla di “governo di interdetti” capace di regalare solo lo zuccherino dell’Imu mentre l’Italia rimane avvolta nella spirale della crisi:


Tutto è ridicolo e niente lo è più. L’unica misura di cui sono stati capaci gli interdetti al governo è lo spostamento dell’Imu di tre mesi. Lo vendono come una grande vittoria. Il Paese va a pezzi con gente che si butta dalla finestra, si spara, si dà fuoco e ci regalano lo zuccherino dell’Imu.

Secondo Grillo il governo Letta non ha un progetto a medio termine su temi importanti come l’energia e l’ambiente, sull’innovazione, per il rilancio della produzione e per il rientro del debito pubblico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail