Vacanze italiane: tariffe di "fuoco" per le città d'arte

Vacanze italiane Costerà caro agli italiani il ponte del 2 giugno. Stila una classifica delle tariffe alberghiere più costose d'Italia il Codacons, prendendo in considerazione camere doppie con colazione inclusa in hotel a 4 stelle.

In testa alla top ten delle località più salate sempre lei, la Laguna più famosa d'Italia.A Venezia si arriverebbe a spendere mediamente 289,50 euro per dormire in centro. Sul podio anche Portofino (240 euro) e Roma (231 euro). A seguire in classifica Ischia a 220 euro, la bella e turistica Taormina con 209; Porto Cervo a 203 e Capri 200 euro. Con Firenze si scenda a 165 euro, risultando la città d'arte più "economica".

"Abbiamo preso in considerazione - spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi - un pernottamento di due giorni (30 e 31 maggio) con partenza l'1 giugno, in hotel 4 stelle in zona centrale, camera doppia con colazione inclusa".

"Venezia si conferma ancora in testa alla classifica delle citta' piu' costose d'Europa sul fronte del turismo - conclude Rienzi - specie se alle tariffe degli alberghi si associano anche i prezzi delle strutture di ristorazione come bar e ristoranti, dove le tariffe sono notoriamente piu' elevate rispetto alle altre citta' d'Italia e dove ai turisti (come dimostrato da 'Striscia la Notizia') si applicano prezzi maggiorati".

Foto: Quentin Tarantino

  • shares
  • Mail