La conciliazione controversie non ha prezzo con Enel

Conciliazione Enel Al via la nuova procedura di conciliazione per i 30 milioni di clienti Enel. L’accordo appena raggiunto con le associazioni consumatori permetterà ai clienti di azzerare i costi relativi alle controversie con la società attraverso una procedura online.

Come funziona la procedura?
Gli utenti Enel che non abbiano ottenuto una risposta soddisfacente al proprio reclamo a 30 giorni dall'invio di una notifica scritta, potranno rivolgersi alle associazioni dei Consumatori firmatarie dell'accordo (informazioni sul sito dedicato dell'Enel e sul sito delle associazioni) e attivare la procedura di conciliazione.

Chi può accedere?
Questo si applica a tutti i clienti di Enel Servizio Elettrico e di Enel Energia, con un contratto per uso domestico o condominiale con potenza impegnata fino a 15 kW e per i clienti del gas con un consumo annuo fino a 50 mila metri cubi.

Quali controversie?
La procedura online riguarderà quasi tutti i tipi di controversie. Oltre a quelle già stabilite con il precedente regolamento (ricostruzione dei consumi a seguito del malfunzionamento del contatore; fatture di importi anomali rispetto alla media di quelli fatturati al cliente nei due anni precedenti; riduzione di potenza e sospensione della potenza per morosità), oggi si possono regolare anche le controversie legate ai consumi presunti in acconto elevati ed anomali rispetto alla media dei consumi; quelle derivanti dalla rateizzazione per bollette con consumi effettivi elevati, anche se non di conguaglio, e dalla rateizzazione e dai rimborsi per bollette di conguaglio; quelle nate da rifatturazioni e doppia fatturazione.

Vai al sito dedicato alla procedura di riconciliazione

  • shares
  • +1
  • Mail