Borsa: Milano maglia rosa in Europa. Piazza Affari +2,1%

Piazza Affari chiude in forte rialzo con l’indice principale Ftse Mib che guadagna il 2,10% a 17.519 punti, Ftse AllShare +2% a 18.554 punti. In luce bancari e Fiat, che archivia la giornata con un + 3,45% a 5,85 euro: il mercato crede in una ormai prossima fusione con Chrysler e alla successiva Ipo a Wall Street.

Una operatrice commenta con Reuters la giornata di oggi sui listini milanesi:


Un mercato così positivo francamente non era nelle mia attese. Ci sono una serie di fattori positivi a livello generale, ma credo che il miglioramento del quadro politico in Italia abbia dato una buona spinta soprattutto alle banche. Adesso i mercati sono visti stabili, e questo dà molta fiducia.

Con Milano bene tutte le maggiori borse europee, dopo il rialzo dell'outlook sulle banche Usa da parte dell’agenzia di rating Moody's in scia al miglioramento dell'economia statunitense e quindi al diminuire dei rischi sul sistema creditizio. Così la borsa di Londra chiude in crescita dell'1,62%, Madrid dell'1,77%, Parigi dell‘1,39% e Francoforte dell'1,16%.

Sul mercato secondario il differenziale Btp-Bund chiude a 253,5 punti base, dai 259 di ieri, con rendimento del titolo del Tesoro al 4,03%. Il differenziale Bonos spagnoli-Bund viaggia sui 278 punti base con tasso del Bonos al 4,28%.

Borse europee positive in avvio. Piazza Affari +1,3%

I principali mercati azionari europei aprono la giornata in rialzo, mentre - all’alba di oggi ora italiana - ha chiuso positiva la borsa di Tokyo (+1,20%) dopo il tonfo di ieri e un’altra seduta passata comunque sull’otto volante. Il calo dei rendimenti dei titoli di stato dei paesi periferici della zona Euro fa guadagnare terreno ai bancari, che trainano le borse continentali. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib dopo aver aperto in crescita dello 0,64% a 17.274 punti guadagna dopo un’ora circa di scambi l‘1,3%.

Sugli scudi Stm (+2,6%) dopo la cessione dell'attività di connettività mobile da parte della joint-venture St-Ericsson, ancora Fiat (+2,21%) e soprattutto Buzzi (+6%) a seguito della raccomandazione di acquisto da parte di banca Ubs. Nel resto d’Europa la borsa di Londra apre le contrattazioni guadagnando lo 0,84%, Parigi lo 0,25%, Francoforte lo 0,59% e Madrid lo 0,54%.


Sul mercato del debito sovrano lo spread tra il Btp e il Bund tedesco a 10 anni apre a 258,2 punti base, erano 259 punti alla chiusura di ieri, con tasso del Btp al 4,059%.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail