Bolletta del gas: è bonus mania!

Bonus gas Contagia, dopo quello elettrico, anche il settore del gas lo sconto in bolletta. Il provvedimento appena varato riguarderà naturalmente le famiglie più bisognose, in difficoltà per il basso reddito o per la numerosità dei componenti.

Beneficiari
A beneficiare dell’alleggerimento in bolletta saranno:


  • i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro,

  • le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro.

Questi parametri economici sono gli stessi che permettono ai clienti domestici di accedere anche al bonus elettrico per disagio economico.
Il bonus gas potrà essere richiesto anche da coloro che, in presenza dei requisiti ISEE e di residenza
indicati, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale.

Il valore del bonus gas sarà differenziato, precisa l’Authority competente:


  • per zona climatica2 (in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento, legate alle diverse condizioni climatiche);

  • per tipologia di utilizzo (solo cottura cibi e acqua calda, o solo riscaldamento, oppure cottura cibi più acqua calda e riscaldamento);

  • per numerosità delle persone residenti nella medesima abitazione.

Le procedure
Per ottenere il bonus è prevista un’apposita modulistica, da consegnarsi al proprio Comune di
residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i centri
di assistenza fiscale CAF). La modulistica sarà resa disponibile anche sui siti Internet
www.autorita.energia.it e www.sviluppoeconomico.gov.it entro la fine del prossimo mese di
settembre.

Da notare che per il bonus gas è prevista una portabilità totale e gratuita: infatti esso è riconosciuto
indipendentemente dal venditore con cui è attivo un contratto di fornitura; pertanto continua ad
essere riconosciuto anche in presenza di un cambio di fornitore, così come di un cambio della
residenza del cliente che ha presentato la richiesta.

Risparmio in soldoni
Il risparmio stimato? Secondo alcuni calcoli preventivi dovrebbe aggirarsi introno al 15% per nucleo familiare e, sommato a quello della luce dovrebbe comportare un risparmio fino a 380 euro annui, 150 euro per quello elettrico e 230 euro per quello sul gas.
Nello specifico la nuova misura sociale, introdotta dal ministro dello Sviluppo e messa a punto dall'autorità per l'Energia, permetterà risparmi per famiglia da un minimo di 25 euro, per bassi consumi, ad un massimo di 160 euro per le famiglie fino a 4 componenti.

Il bonus sarà operativo da novembre, con validità retroattiva al primo gennaio 2009.
«Il bonus gas - ha detto il presidente dell'Autorità Alessandro Ortis - rappresenta un beneficio che potrà sommarsi al bonus elettrico».

Le riduzioni alle famiglie più bisognose si aggiungono inoltre «alle significative diminuzioni della spesa per elettricità e gas degli ultimi trimestri» evidenziate oggi dal ministro Claudio Scajola il quale ha ricordato che da inizio anno hanno comportato risparmi del 15% per il gas e dell'8% per l'elettricità.

Comunicato Authority

  • shares
  • +1
  • Mail