Bolletta elettrica, bioraria conviene?

Tariffa bioraria Inizia l'era del consimo intelligente. A partire dal 1° gennaio 2010 a tutti i clienti domestici che non abbiano ancora scelto un fornitore nel mercato libero e che siano dotati di un contatore elettrico, verrà automaticamente applicata la tariffa bioraria.

Quali vantaggi?

La nuova suddivisione tariffaria proposta dall'Autorità per l'energia e il gas nel lontano 2008 dovrebbe dare l'opportunità ai consumatori di risparmiare sulle bollette della luce concentrando i propri consumi nelle fasce di basso carico. La tariffa bioraria prevede due prezzi differenziati dell'elettricità fissati trimestralmente dall'Autorità regolatrice.

Per ottenere un reale risparmio rispetto alle tariffe cosiddette monorarie è necessario però concentrare i propri consumi almeno per il 67% nella fascia oraria notturna/fine settimana, che prevede un prezzo decisamente inferiore rispetto alla fascia oraria di punta. Significa che bisognerà utilizzare lavatrici, lavastoviglie, computer e televisore dopo le 19, per evitare di dover pagare molto di più che con le tariffe monorarie.

Nel caso però si consumi meno del 67% durante la fascia notturna si rischierebbe di pagare con la tariffa bioraria di più rispetto alla tariffa monoraria, ovvero quella tariffa con un'unica fascia oraria e perciò un unico prezzo della luce durante la giornata.

Le fasce orarie

È prevista una fascia oraria diurna più costosa dalle 8 del mattino alle 19 dal lunedì al venerdì e una fascia oraria notturna più economica dalle ore 19 alle ore 8 e durante i fine settimana. È anche prevista la bassa stagione, che si riferisce ai mesi di marzo, aprile, maggio, agosto, settembre, ottobre e l'alta stagione, che si riferisce ai mesi in cui si registra tradizionalmente una maggiore richiesta di energia elettrica (gennaio, febbraio, giugno, luglio, novembre, dicembre).
La tariffa bioraria sarà introdotta per 6 mesi di prova dal gennaio 2010 e verrà adottata ufficialmente dal giugno 2010. Durante questo periodo di prova tutti i fornitori di energia elettrica saranno obbligati ad informare i propri clienti sulla novità che riguarderà le bollette e soprattutto i portafogli.

La tariffa bioraria è già stata automaticamente applicata dal 1° gennaio 2009 anche alle piccole imprese con potenza superiore a 15 kW dotate di un contatore elettrico e dal 1° aprile 2009 alle piccole imprese con potenza contrattuale inferiore o uguale a 15 kW. Anche per le imprese è stato previsto un periodo transitorio per permettere ai clienti di comprendere il loro nuovo profilo caratterizzato dalla tariffa bioraria.

Fonte: Quale Tariffa

  • shares
  • +1
  • Mail