Affitti, quando lo sconto è dovuto

Sconto affitti Continuano ad aumentare gli affitti nel nostro Paese. Stando ad un’indagine Sunia i canoni di locazione sarebbero aumentati dal 1999 al 2008 del 150%.
La spesa per il canone di locazione pesa sempre più sulle tasche delle famiglie italiane che trovano più conveniente la stipula di un mutuo.

Sempre riferendosi ai dati Sunia sarebbe di 1.030 euro la spesa media mensile sborsata per un affitto di un appartamento di 80 metri quadri in città. Il campione cui l’indagine fa riferimento è di 5.000 offerte di locazione pubblicate nel primo semestre 2009. L’Osservatorio Immobiliare CODICI sottolinea che si tratta di una media approssimativa: in città come Roma, Milano e Venezia i prezzi si impennano a cifre da capogiro, a seconda della zona scelta ma con un incremento dei costi anche in periferia che registra una forte domanda di richiesta.

“La cosa che più ci sbigottisce, - afferma Ivano Giacomelli, Segretario nazionale del CODICI-, è che il reddito mediamente percepito da un normale cittadino si attesta intorno ai 1000-1100€, come si può pretendere che, soprattutto in presenza di un nucleo familiare, ci si privi dell’intero stipendio per pagare l’affitto?”- afferma il Segretario Nazionale del CODICI,Ivano Giacomelli.

Aggiornamenti mancati
Secondo l’associazione consumatori inoltre la legge 431 prevede l’aggiornamento e adeguamento del canone di locazione in relazione all’indice Istat, cosa che raramente si verifica soprattutto in caso di ribassi. A luglio ad esempio si è registrata una riduzione dello 0,1% dell’indice dei prezzi al consumo. Questo comporta per logica e, secondo quanto sostenuto dalla legge, la diminuzione del canone di locazione nella misura indicata dall’Istat.

Leggi comunicato Codici

  • shares
  • +1
  • Mail