Università, il badge diventa carta di credito

Badge universitario Non solo documento di riconoscimento ma anche carta di pagamento. La “Carta d’Ateneo” inaugurata da Politecnico e Bicocca a Milano è un progetto pilota che riguarderà da vicino studenti, docenti e personale universitario.

Nello specifico l’iniziativa prevede la realizzazione di una carta di pagamento prepagata con applicazione contacless, che non richiede l’inserimento fisico della carta nel lettore ma prevede l’avvicinamento a specifici sensori. La carta sopravviverà anche alla vita universitaria degli studenti e potrà essere utilizzata anche al termine del ciclo di studi e al di fuori degli atenei purchè utilizzata entro i confini del circuito Visa.

Come funzionerà?
Da ottobre dunque gli studenti potranno effettuare micro pagamenti entro i 50 euro tramite la carta senza dover introdurre alcun codice, necessario invece per importi superiori.

«A ottobre verrà distribuita alle matricole, entro dicembre a tutti i 40 mila studentì, ha detto il rettore del Politecnico, Giulio Ballio. Ma è già in programma l’estensione ad altre università italiane.

«È un progetto - ha spiegato Mario Alberto Pedranzini, direttore generale del gruppo bancario - attuato per la prima volta in tutta l’Unione Europea. La ricarica - ha detto Pedranzini- si può effettuare in più modi e in base a questi cambia il costo dell’operazione: versamento presso qualsiasi sportello bancario, Sisal, Atm, tramite bonifico, anche con Internet».

  • shares
  • +1
  • Mail