Gli ETF, nuova forma d'investimento

soldi.jpg
Azioni, fondi bilanciati, obbligazioni: le possibilità di scelta per chi desidera investire il proprio denaro sono molteplici. Da poco tempo esiste un prodotto finanziario che assomma le caratteristiche dell'azione e quelle del fondo indicizzato, l' Exchange Traded Found. Gli ETF sono proprio un mix di dei due strumenti finanziari sopracitati: come le azioni possono essere comprati e venduti al prezzo corrente di mercato in qualunque momento , mentre in comune con i fondi hanno la diversificazione del portafoglio. Come é possibile? Funzionano come replicatori di indici borsistici, cioè riproducono su scala ridotta un indice di riferimento, mantenendone la stessa composizione in percentuale. Ad esempio, se l'indice di riferimento è composto per il 30% dai titoli dell'azienda X, per il 40% da azioni dell'azienda Y e così via, l'ETF relativo conterrà le azioni delle stesse imprese, nella medesima proporzione.
Come spiegano gli operatori che propongono questo tipo d'investimento, come Lyxor, si tratta di fondi aperti, dunque si può decidere non solo di acquistare o vendere singole azioni, ma anche variarne il numero, aggiungerne di nuove o eliminarne di vecchie. Si potrebbe pensare che la differenza con le normali azioni sia minima: in realtà gli Etf sono sì soggetti alla legge della domanda e dell'offerta come le azioni, ma rispondono anche al NAV, cioè il valore dell'intero portafoglio; se valore del NAV e prezzo di mercato mostrano eccessive differenze, particolari investitori autorizzati hanno la facoltà di intervenire e riallineare i prezzi.
Gli ETF sono nati da poco, come spiegato da un altro operatore del settore, Fineco, ma sembrano destinati ad un crescente successo.

  • shares
  • +1
  • Mail