Moto e biciclette: ritorna il bonus a due ruote

Bonus bici Fa strada l’incentivo per le due ruote che anche quest’anno dovrebbe essere riconfermato. La nuova campagna dovrebbe iniziare in ottobre e prevede uno stanziamento complessivo di 5,1 milioni di euro per la sostituzione dei motorini Euro 0/1.

Le novità
Facendo seguito al successo incontrato dalla prima campagna lanciata nella primavera scorsa, gli ecoincentivi dovrebbero essere estesi anche ai motorini di 50 centimetri cubici.

Il bonus in “soldoni”
La campagna inizierà entro i primi di ottobre e prevede lo stanziamento di 7,6 milioni per le biciclette e 5,1 milioni per l'acquisto di un cinquantino Euro 2 (nota bene: ricordiamo ai lettori che per i 50 cc la normativa più recente prevede l'omologazione Euro 2, a differenza delle moto già arrivate alla fase Euro 3).
Il bonus coprirà al massimo il 20% del prezzo di listino del motorino Euro 2, con un limite massimo di 500 euro per i 4 tempi e di 180 euro per i 2 tempi.

Incentivo bici in discesa

Riconfermato l'ecoincentivo per le biciclette che corrisponderà però al 30% del prezzo di listino per un massimo di 200 e non più 700 euro.

Sono inoltre previsti incentivi anche per le piste ciclabili, “stanziamenti che permetteranno di costruire 110 chilometri di piste ciclabili nelle grandi metropoli italiane e 90 chilometri nei piccoli comuni. Bisogna potenziare le piste ciclabili per rendere più sicuro andare in bici”.

Questo autunno, quindi, migliaia di italiani potranno acquistare una bicicletta a prezzi scontati. Da oggi sarà attivo il sito Internet www.incentivibiciclette.minambiente.it, sul quale vengono riportate le informazioni sui meccanismi per ricevere gli incentivi. I modelli di biciclette presenti nel listino dei prodotti «incentivabili» sono già 13.500 e più di 5.000 sono i rivenditori che hanno aderito a questa nuova campagna.

  • shares
  • +1
  • Mail