Win for Life: la prima lotteria che regala uno stipendio

Win for life Uscito dal cappello magico dei Monopoli di Stato il nuovo gioco a premi che mette in palio una rendita ventennale mensile netta di 4 mila euro.

A partire dal prossimo lunedì tutti gli amanti del gioco potranno acquistare presso le ricevitorie Sisal, le schedine di «Vinci per la vita» (detto anche Win for life ).

Quanto ci guadagnerà lo Stato da questa nuova trovata? Stando alle stime l’introito erariale del 23 per cento di ogni euro giocato non rimpinguerà le casse pubbliche ma verrà convogliato in un fondo speciale a sostegno delle popolazioni terremotate.

Gli introiti saranno così ripartiti:


  • il 65 per cento al montepremi,

  • l’8 alle ricevitorie,

  • il resto lo incassa Sisal.

Come funzioneranno le nuove scommesse?
A partire dal 28 settembre dalle 8 alle 20, ci sarà un’estrazione ogni ora. In una qualunque ricevitoria si potranno giocare, su una schedina specifica, dieci numeri su venti. Il sistema assegnerà al giocatore anche un «numerone», una sorta di superjolly. Giocando un euro, se si indovinano tutti e dieci i numeri oltre al numerone, si vincerà la rendita. Quattro mila euro al mese «spalmati» su vent’anni fanno quasi un milione di euro (per la precisione 960 mila), che saranno netti, non indicizzati al costo della vita ma trasmissibili agli eredi. Una probabilità su tre milioni e mezzo, quella di prendere la rendita, ma vincere al Superenalotto, per fare un esempio, è 200 volte più difficile, e anche centrare i numeri giusti al Lotto, che gioca su 90 numeri e non su 20.

Giocando poi due euro, invece di uno soltanto, le probabilità raddoppiano. Inoltre, ci saranno altre quattro categorie di vincita, 10 mila euro a chi indovina i 10 numeri senza il numerone, 100 a chi ne indovina 9, 10 euro per 8 numeri e 2 euro per 7. I numeri vincenti si potranno subito vedere in diretta sugli schermi del Sisaltv, il canale visibile nelle ricevitorie, ma anche sui siti internet sisal.it e giochinumerici.info. E comunque potranno essere controllati in ogni momento sui terminali Sisal.

Il ricco bottino dei giochi a premi
A far scommettere Sisal sul nuovo gioco la crescita dell’ultimo semestre della società, attestata intorno al 32,6%. Un settore, quello dei giochi, che potrebbe chiudere il 2009 con un fatturato superiore ai 50 miliardi di euro. Merito anche del Superenalotto (che ha registrato un + 39,2% rispetto allo stesso periodo del 2008 e ha raggiunto 1,3 miliardi di euro di giocate), mentre i ricavi gestionali per giochi e servizi del gruppo Sisal sono stati pari a 195,8 milioni di euro.

  • shares
  • +1
  • Mail