Asili nido e tagesmutter, l’Italia dei piccoli

Tagesmutter "Sto lanciando un grande piano di asili nido in tutte le amministrazioni", parola di Brunetta. Il progetto, di cui non sono ancora ben chiari i dettagli dovrebbe convogliare uno stanziamento di 10 milioni di euro di voucher.

Sul modello di quanto già realizzato alle Pari Opportunità, dove venne inaugurato nel 2002 il nido 'Qui, quo, qua', il ministro vorrebbe fossero creati asili nidi in tutte le amministrazioni pubbliche.

I numeri del progetto
I dieci milioni di voucher saranno destinati oltre agli asili nido, anche a badanti e famiglie meno abbienti. E' una delle misure previste dal piano conciliazione sui tempi di lavoro che sta mettendo a punto il ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna insieme al collega del Welfare Maurizio Sacconi. Un piano che vede dal dicastero guidato dalla Carfagna uno stanziamento di 40 milioni di euro e che ha già ricevuto il via libera dalla conferenza Stato-Regioni. I voucher, ossia buoni prepagati a disposizione dei meno abbienti per usufruire di servizi per l'infanzia e per l'assistenza, sono oggetto di un progetto specifico all'interno del piano i cui dettagli sono ancora in fase di definizione e che saranno individuati in collaborazione con le regioni.

Tagesmutter in salsa italiana
Debutterà a breve anche nel nostro Paese la pratica inaugurata nel nord Europa dei Tagesmutter, la baby sitter che ospita i bambini a casa sua (v. articolo). Ma le novità non finiscono qui, sarà infatti introdotto anche l'albo per le badanti e le baby sitter che saranno gestite a livello comunale. Per le questioni più strettamente lavorative (parte di cui si occupa il ministro Sacconi) si prevede l'incentivazione di part-time e norme per la flessibilità.

  • shares
  • +1
  • Mail