Riscaldamento, in Italia la bolletta scotta

Riscaldamento che scotta Tempo di accendere stufa e termosifoni, ma a quale prezzo? Stando alle rilevazioni di Federconsumatori e Adusbef nel nostro Paese il gasolio per il riscaldamento costa di più che all’estero.
Rispetto al resto d’Europa insomma la nostra bolletta è decisamente più pesante. Dall'indagine e' emerso che gli italiani potrebbero pagare molto di meno se il governo intervenisse sul differenziale relativo al prezzo dei prodotti petroliferi (in questo caso il gasolio riscaldamento) in Italia e negli altri paesi europei.

I conti non tornano
La differenza di prezzi è già considerevole senza considerare l’aggravio fiscale. L'Italia, infatti, detiene il triste primato del costo più alto, al netto delle tasse locali, attestandosi al 9% in piu' rispetto alla media europea, e ben al 13% in piu' rispetto alla Spagna.
Se poi si calcolano i prezzi comprensivi di tasse, il divario si innalza al 41% rispetto alla media europea, e addirittura del 46% rispetto alla Germania.

I conti in tasca agli italiani
Considerando una famiglia media dal consumo di 1000 litri di gasolio all’anno per il riscaldamento dell’abitazione, la spesa si aggira intorno ai 1036 euro, ben 466 Euro in piu' rispetto ad una famiglia francese, 476 euro in piu' rispetto ad una famiglia tedesca, e 471 euro in piu' rispetto ad una famiglia spagnola.

  • shares
  • Mail