Vaccino influenzale: i conti non tornano!

Costi vaccino Qualche dubbio sul contratto di fornitura del vaccino sembra essersi insinuato anche nella Corte dei Conti che, stando ad un documento pubblicato il 10 settembre, avrebbe riscontrato alcuni punti critici nell'accordo con la Novartis. Il problema principale riguarda il fatto che, data l'urgenza del provvedimento, non sono ancora stati stabiliti i costi complessivi per il vaccino. Stando agli accordi contrattuali infatti anche se la Novartis non fosse arrivata in tempo a fornire i vaccini lo Stato italiano sarebbe comunquye tenuto a corrispondere 24milioni e 80.000 euro al netto dell’IVA.

Tra le rilevanze sollevate troviamo:

"la decima premessa - parte integrante del contratto - precisando che l'esito delle ricerche, la capacità di sviluppare con successo il prodotto, i tempi di produzione, la qualità dell'inoculo virale, la capacità produttiva e il lancio del prodotto sono ancora in corso di definizione, sembra vanificare a favore della Novartis tutti i successivi vincoli contrattuali';

"l'art. 3.1 prevede la possibilità di mancato rispetto delle date di consegna del prodotto, senza l'applicazione di alcuna penalità';

"l'art. 4.1 stabilisce che il Ministero accetti il prodotto anche in assenza dell'autorizzazione all'immissione in commercio in Italia, concordando in tal caso un generico "Quality Agreement';

"le garanzie poste a favore del Ministero in caso di mancata autorizzazione all'immissione in commercio del prodotto in Italia non appaiono correlate all'esborso finanziario supportato dal Ministero fino a quella data, nè bilanciate con quelle poste a carico del Ministero nel caso di impossibilità di ritiro del prodotto'.

Tuttavia, trattandosi di un provvedimento al di fuori degli ordinari schemi contrattuali e riconoscendo l'urgenza di intervento, la Corte dei Conti ha dato il via libera al contratto di fornitura del vaccino. Relativamente al contratto il Codacons sottolinea come in questo si parli, in capo all'azienda farmaceutica, di "sforzi commercialmente ragionevoli' per portare a termine l'incarico, tenuto conto dei diversi fattori che esulano dalla volontà dell'azienda stessa.
Contratto ed evidenze della Corte sono integralmente consultabili sul sito www.carlorienzi.it

Consulta il sito del Codacons

  • shares
  • +1
  • Mail