Stop allo strapotere di Telecom sull'ultimo miglio: l'Aduc chiede il Wi-Max!

wi-max

Donatella Poretti della Rosa nel pugno ha colpito ancora presentando un interrogazione al Ministero delle Comunicazioni ed a quello della Difesa.

Finalità dell'interrogazione?

Stabilire se i due Ministeri intendono avviare il processo di liberalizzazione delle frequenze Wi-Max e consentire, in tal modo, l'accesso ai servizi al più ampio strato della popolazione incentivando la concorrenza nel settore delle telecomunicazioni.

Al centro della discussione, come sempre, c'é Telecom Italia.

Questa volta l'Aduc si scaglia a spada tratta contro il potere che Telecom Italia ha sull'ultimo miglio, il cavo telefonico che collega la rete delle utenze alle centraline da cui partono le reti in concorrenza dei vari gestori.

La Compagnia telefonica opera in palese conflitto di interesse, continuando ad esercitare il suo potere anti-mercato vendendo il medesimo servizio sia ai propri concorrenti che direttamente agli utenti finali.

La soluzione tecnica c'é: é la tecnologia Wi-Max!

Wi-Max può essere utilizzata per diverse applicazioni, tra cui connessioni a banda larga di "ultimo miglio".

Le frequenze del Wi-Max sono ancora utilizzate dal ministero della Difesa ma in altri Paesi europei le licenze per tali frequenze sono già state assegnate.

Secondo alcune previsioni nel 2012 gli utilizzatori della tecnologia Wi-Max mobile saranno 21,3 milioni in tutto il mondo. Il numero di utenti previsti per il 2007 è invece di 1,7 milioni.

Che Gentiloni (Comunicazioni) si metta d'accordo con Parisi (Difesa) visto che a quanto pare le carte del gioco stanno in mano ai due ministeri con buona pace di Telecom.

Wimaxforum

  • shares
  • +1
  • Mail