Tante supermacchine sulle strade... ma di chi sono?

620, 151, 180000...non sono i numeri del Lotto, ma alcune cifre utili per capire quanto siano “furbi” gli italiani. Di cosa si tratta? Sono i dati riguardanti il mercato italiano delle auto di lusso nell’anno passato, che mal si sposano con le dichiarazioni dei redditi registrate.

Garage pieni di lusso
Come evidenzia il quotidiano La Repubblica in un articolo di quest’oggi, nel nostro Paese lo scorso anno sono state vendute 620 Ferrari, 151 Laborghini e 180000 tra Mercedes, Audi e BMW, nonché un totale di 206000 auto dal valore medio di 103mila euro.

Un mercato molto florido
Con un tale panorama di vendite, l’Italia si è affermata come il secondo mercato al mondo per vendite di Lamborghini e Ferrari, il terzo per Mercedes e Bmw e il quarto per le Porsche. Sulle strade italiane, insomma, si è abituati a viaggiare nella comodità.

Numeri per pochi
La statistica dovrebbe rendere felici, ma se si incrociano i dati con quelli delle dichiarazioni fiscali, si avverte in fretta odore di bruciato. Nell’anno passato, infatti, a fronte di questa scuderia di gioiellini che si sono regalati gli italiani, solo 76000 contribuenti hanno dichiarato un reddito superiore ai 200000 euro lordi. La situazione peggiora se si considera che solo 382662 italiani hanno dichiarato entrate per 100000 euro lordi.

Una riflessione e una domanda
Riflettendo sul fatto, si comprende che solo meno della metà di chi ha comprato una supermacchina, stando ai dati fiscali ufficiali, avrebbe potuto permettersela. Delle due, l’una: o chi si compra una macchina di lusso è disposto a indebitarsi a vita pur di sfrecciare sulle strade, oppure viviamo in un Paese dove i furbi corrono molto, molto più veloci del Fisco. In entrambi i casi, sarebbe il momento buono per fermarsi al box.

  • shares
  • Mail