Risparmiare con una casa eco-sostenibile

La lotta al caro energia è sempre più una realtà, anche grazie grazie alla detrazione fiscale del 55% per il risparmio energetico che ha dato lo sprint ai lavori taglia-sprechi.

Quattro le tipologie di intervento agevolabili:


  • la riqualificazione globale;
  • la sostituzione infissi e serramenti;
  • l'installazione di pannelli solari termici;
  • la sostituzione di caldaie.

Ma quali sono i costi e benefici per chi decide di migliorare l'efficienza energetica della propria abitazione?

La riqualificazione globale
È un intervento di ampia portata che permette lavori a discrezione del contribuente e proprio per questo non rende agevole un'analisi ottimale dei costi benefici. Una cosa è sicura però, costa molto e per questo motivo sembra più adatto alle villette monofamiliari anche in forza dell'ampia scelta lasciata al progettista. Va aggiunto il fatto che poiché i limiti previsti per la detrazione valgono per tutto il palazzo i lavori nei condomini risulterebbero penalizzanti. Possono approfittare di questo intervento i condomini o le abitazioni singole che necessitano di interventi significativi (ad esempio sulle tamponature e sul tetto).

Nuovi infissi e serramenti
La sostituzione infissi e serramenti è una tipologia di intervento che a fronte di un costo di circa 4 mila euro permette di ridurre del 15% circa il consumo di riscaldamento con un risparmio annuo di 300 euro. Il tempo che serve per ammortizzare il costo è di circa sette-otto anni, calcola il quotidiano Sole24Ore. Si tratta di un intervento semplice che permette di godere di maggior comfort in casa e un risparmio sull'elettricità grazie all'utilizzo maggiore della luce solare per una riorganizzazione degli spazi.

Risparmiare sul gas grazie al sole

A fronte di un investimento di 4.500 euro il solare termico permette un risparmio annuo di 200 euro grazie al gas non consumato. Con i pannelli solari termici che producono acqua calda sanitaria il periodo per ammortizzare l'investimento sale a 13 anni. Contenuti i costi di manutenzione.

Caldaie nuove e migliori

Si tratta di un intervento che permette vantaggi sia ai condomini sia alle abitazioni monofamiliari. In particolare per i primi si riduce il rientro dall'investimento iniziale (circa 4 mila euro) grazie alla ripartizione della spesa. La caldaia a condensazione permette di non disperdere calore e consente un risparmio energetico del 15%. Questo intervento amplifica i suoi vantaggi con l'installazione di pavimenti radianti.

  • shares
  • +1
  • Mail