Nessuno sconto Iva su Internet per i disabili

I portatori di handicap hanno diritto a pagare un'aliquota Iva ridotta sui costi dei servizi di telefonia e di connessione internet? L'Agenzia delle Entrate, rispondendo con la risoluzione n 43/E del 27 maggio ai quesiti di una società attiva nel settore delle telecomunicazioni, ha chiarito la questione: l'Iva ridotta è applicabile all'acquisto dell'apparecchiatura per le telecomunicazioni (pc e telefoni), non ai servizi connessi.

Lo sconto sull'Iva non è per la bolletta
Su bollette e abbonamenti telefonici relativi alla fruizione di servizi telefonici, all'utilizzo di internet, così come al noleggio di modem, non è possibile pertanto applicare l'aliquota Iva scontata al 4%. I dubbi di consumatori e aziende fornitrici di connettività, tuttavia, non nascono dal nulla. Il decreto delle ministero delle Finanze del 14 marzo 1998, infatti, stabilisce un'aliquota ridotta al 4% sull'acquisto di apparecchiature (meccaniche o elettroniche) che facilitano l'autonomia di chi soffre di disagi psichici o fisici, facilitandone le relazioni sociali e l'apprendimento. Lecito, dunque, ipotizzare che lo sconto sull'imposta potesse essere estendibile anche ai servizi di connettività.

La decisione dell'Agenzia delle Entrate
Con la sua decisione, a ogni modo, l'Agenzia delle entrate ha stabilito che lo sconto d'imposta è riservato solo agli acquisti di strumenti tecnici o informatici che aiutano il potatore di handicap a superare gli ostacoli alla propria autonomia. Un'interpretazione diversa di quanto previsto della norma, chiarisce il Fisco, entrerebbe peraltro in contrasto con la direttiva 2006/112/Ce sul sistema comune di tassazione ai fini Iva. I tecnici dell'Agenzia delle Entrate, peraltro, sottolineano come il testo del decreto nel ministero delle Finanze (14 marzo 1998) parli chiaro: l'ambito d'applicazione dell'aliquota ridotta è ristretto a cessioni e importazioni di beni materiali, in particolare delle apparecchiature e dei dispostivi "basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, appositamente fabbricati o di comune reperibilità, preposti ad assistere la riabilitazione, o a facilitare la comunicazione interpersonale, l'elaborazione scritta o grafica, il controllo dell'ambiente e l'accesso alla informazione e alla cultura in quei soggetti per i quali tali funzioni sono impedite o limitate da menomazioni di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio".

  • shares
  • Mail