Enel ed Eni nel mirino delle Authority!

enel

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha avviato due istruttorie formali nei confronti di due società del gruppo Enel.

Le società incriminate sono Enel Gas, sotto accusa per violazioni del Codice di condotta commerciale ed Enel Distribuzione, nel mirino per violazioni della direttiva sulla trasparenza delle bollette elettriche.

In particolare, Enel Distribuzione non ha riportato nei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità, fra le modalità di pagamento che possono essere utilizzate dal cliente, quella gratuita, in aperta violazione della direttiva per la trasparenza delle bollette elettriche, emanata con deliberazione n. 55/00.

Vi ricordiamo, inoltre, che é partita da poco un'altra importante indagine, quella dell’Antitrust europea sul gas. Nel mirino dell’indagine è finito anche il gruppo Eni con la sua divisione Power&Gas. I Paesi coinvolti oltre all'Italia sono la Francia con Gaz de France (compagnia che vorrebbe fondersi con Suez), il Belgio con Distrigaz e Fluxys (appartenenti rispettivamente a Gaz de France e a Suez), la Germania con la Rwe e con la E.On (impegnata nell'Opa sulla spagnola Endesa) e l'Austria con la Omv.

Ne é emerso per usare le parole del comissario europeo Neelie Kroes "un quadro preoccupante". Il settore è caratterizzato da un elevato grado di concentrazione all'interno dei singoli Paesi, non è integrato da Paese a Paese e dunque offre poche opportunità di diversificazione degli approvvigionamenti, imancanza endemica di trasparenza e poca chiarezza sulle tariffe!

E poi si vanno a lamentare della liberalizzazione, ma bravi!

  • shares
  • +1
  • Mail