Addio canone... sì, ma per quanti?

La notizia si può leggere con paia di occhiali differenti: con i primi si vedrà il bicchiere mezzo pieno; con i secondi, quello mezzo vuoto. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che sarà introdotta nel sistema fiscale un’esenzione dal canone Rai per gli ultra settantacinquenni; purtroppo, però, le condizioni per avvalersi dello sconto sono così stringenti da far sorgere qualche dubbio intorno all’effettiva efficacia della misura predisposta.

L’esenzione
Il canone non dovrà essere più pagato per le quote annuali dal 2008 a questa parte. I requisiti per godere dello sconto, tuttavia, sono severissimi: più di 75 anni, un reddito proprio e del coniuge non superiore complessivamente a 6713,98 euro (516,46 per tredici mensilità) e l’obbligo di non convivere con altri che con il coniuge stesso.

Quanti, pur rispondendo ai requisiti previsti per godere dell’esenzione, abbiano già pagato le rate degli anni passati, hanno il diritto di chiedere il rimborso.

Come si calcola il reddito
Per capire se si ci si può avvalere o meno dello sconto, è necessario calcolare correttamente il proprio reddito. A tal punto, l’Agenzia delle Entrate specifica che il limite di 6713,98 euro va calcolato sommando il reddito del soggetto interessato e quello del coniuge convivente, tenendo conto di ogni possibile entrata indipendentemente dal fatto che sia assoggettata a Irpef o meno secondo le regole ordinarie. L’intenzione del provvedimento, infatti, è quella di tutelare chi si trova in reali situazioni di disagio economico.

Come avanzare richiesta
Per avvalersi dell’agevolazione è necessario svolgere qualche passaggio burocratico. Chi è interessato a sfruttare l’opportunità offerta dal provvedimento, deve rivolgersi agli uffici dell'Agenzia per compilare e inviare il modulo di richiesta di esenzione, disponibile anche sul sito www.agenziaentrate.gov.it. Si tratta di una dichiarazione sostitutiva (accompagnata da documento di identità) che prova il possesso dei requisiti previsti dalla norma (Legge 244/2007). Coloro che fruiscono dell'esenzione per la prima volta dovranno presentare la richiesta entro il 30 aprile di ciascun anno; chi, invece, ne beneficerà a partire dal secondo semestre dell'anno, potrà presentarla entro il 31 luglio, e per il 2010, entro il prossimo 30 novembre. Per le annualità successive, i contribuenti potranno continuare ad avvalersi dell'agevolazione senza dover presentare nuove dichiarazioni. Chi, invece, nel corso dell'anno attiva per la prima volta un abbonamento al servizio radiotelevisivo, deve inviare la dichiarazione entro 60 giorni.

Chi avesse qualche dubbio in proposito alla propria posizione o desiderasse ulteriori delucidazioni, può contattare l’Agenzia al numero unico 848800444.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO