Ripartono i Buoni Vacanze

Per la quasi totalità degli italiani le vacanze estive sono ormai solo un ricordo, ma è già possibile progettare il prossimo periodo di ferie. Già da adesso, per esempio, si può pensare a come e dove utilizzare i Buoni Vacanze, i voucher pensati l’anno scorso per favorire l’accesso al turismo delle famiglie a basso reddito e riproposto anche per l’anno che ha da venire.

I nuovi Buoni Vacanze
Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 2 agosto, il Decreto 9 luglio 2010 è entrato in vigore e ha riattivato la procedura di richiesta dei Buoni Vacanze, utilizzabili per le vacanze fino al 3 luglio 2011, fatta eccezione per il periodo dal 20 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011.

Piccoli cambiamenti
Il testo di legge prevede qualche variazione rispetto all’anno scorso. I Buoni Vacanze 2010-2011, innanzitutto, potranno essere richiesti e utilizzati anche dai cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia e dagli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e di residenza.

Cambia anche il criterio di valutazione della situazione economica e familiare con cui si stabilisce il diritto a ricevere i Buoni: dal reddito lordo, si passa alla considerazione del parametro reddituale ISEE per famiglia.

Infine aumenta l’impegno dello Stato, che ha portato il contributo fino a un limite massimo di 1.240 euro per nuclei di quattro persone.

Come inoltrare domanda
Tramite il sito appositamente predisposto è possibile prenotare i Buoni Vacanze fin da adesso. Dopo avere verificato di essere in possesso dei requisiti necessari per godere del contributo, chi è interessato potrà prenotare i buoni on-line e recarsi ad uno sportello della Banca Intesa Sanpaolo per confermare la prenotazione versando l’importo di propria competenza.

  • shares
  • +1
  • Mail