Allarme costo della vita in Italia

Qualche ragione per lamentarsi i consumatori italiani la hanno, se anche uno studio realizzato dall'istituto di credito svizzero Ubs attesta l'elevato livello del costo della vita nelle città del Belpaese. Nello specifico, confrontando il livello dei prezzi e dei salari, la banca elvetica ha scoperto che Roma è più cara di Milano, ma che entrambe le metropoli sono posti meno convenienti per vivere di molti altri angoli del globo.

L'analisi dei consumatori
Analizzando i dati raccolti da Ubs (che ha preso in considerazione costo della vita e livello dei salari in vari entri urbani), il Casper (Comitato contro le speculazioni e per il risparmio) ha evidenziato le innegabili difficoltà con cui si trovano a dover convivere ogni giorni gli italiani. L'organismo, cui ha aderiscono le associazioni Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione Nazionale Consumatori, non ha potuto sorvolare sulla graduatoria attinente il potere d'acquisto dei cittadini.

Nella speciale classifica, Roma si piazza al 41/mo posto e Milano, capitale economica d'Italia, non riesce a oltrepassare la 27/ma posizione. Meglio di entrambe hanno fatto anche città come Mosca, Johannesburg, Lubiana, Taipei, Atene o Nicosia.

Una fotografia preoccupante
Secondo le associazioni dei consumatori i risultati dell'indagine dipingono uno scenario preoccupante. La costante crescita di prezzi e tariffe e la sostanziale stabilità dei salari, a loro dire, sarebbero condizioni che impediscono a molti di mantenere un adeguato tenore di vita. Il timore espresso dagli analisti del Casper è che nel contesto di crisi generalizzato, i cittadini italiani risultino oltremodo penalizzati rispetto agli abitanti di altri Paesi e rischino di scivolare in sempre maggior numero verso la fascia di povertà.

  • shares
  • +1
  • Mail