Nasce Cliclavoro, un timido aiuto a chi cerca occupazione

Si abbandoni qualunque trionfalismo: non si tratta certo di una novità assoluta o di un passo rivoluzionario. Cliclavoro, il portale partito in via sperimentale grazie alla collaborazione tra il ministero del Lavoro, le Regioni e le province autonome, ha però almeno il merito di tentare di oliare i meccanismi del mercato del lavoro italiano, alquanto inceppati in questo periodo.

Cliclavoro si presenta
In sostanza, Cliclavoro non è altro che un’arena virtuale in cui chi è in cerca di occupazione può incrociare in maniera diretta le domande di lavoro delle imprese, godendo così di un accesso semplificato e diretto alle informazioni e ai servizi per il lavoro.

La regia del progetto è del ministero del Lavoro, che coordina e guida la cooperazione con le Regioni, offrendo un servizio di informazione in funzione delle politiche regionali per l'occupazione, a partire dalla banca dati dei percettori di sostegno al reddito.

Come funziona?
Utilizzando Cliclavoro, chi si sta guardando intorno in cerca di un’occupazione potrà svolgere un’indagine su quanto offre il panorama dei concorsi pubblici, scandagliandolo a seconda della professione desiderata.

Non meno interessante, poi, è l’opportunità, offerta dal portale, di proporsi direttamente per un impiego attraverso la ricerca per qualica e luogo. Selezionando la posizione cui si è interessati, gli aspiranti lavoratori otterranno la lista di offerte attive (che rimandano poi alle aziende che si sono registrate o alle agenzie per il lavoro che stanno effettuando la ricerca)

Le ambizioni del ministro
Il portale nasce con ambizioni alte (rendere più fluido il mercato del lavoro), ma i promotori del progetto sanno quanto potrebbe rivelarsi arduo raggiungere gli obiettivi proposti. Alla presentazione di Clicllavoro, infatti, Maurizio Sacconi, ministro del Lavoro, ha dichiarato che il fine del portale “è rendere più facile l'incontro tra domanda e offerta. Il mercato del lavoro è opaco, imprese e persone senza lavoro si cercano e non si trovano”, ma si è premurato di specificare che Cliclavoro “è uno strumento che non dà una certezza, ma una possibilità in più alle persone, alle imprese e alle istituzioni pubbliche”.

  • shares
  • +1
  • Mail