In sicurezza con Fido

Aprire le porte di casa a Fido? Non è una scelta da prendere alla leggera, perché bisogna sempre ricordare che un animale non è un giocattolo. Gli aspetti da prendere in considerazione sono molti, primo tra tutti la reale motivazione a prestare all’animale le attenzioni e la cura di cui ha bisogno. Disattenzioni e incuria non sono consentite: in primis per il rispetto sempre dovuto a un essere vivente, in secondo luogo perché la legge prevede che i proprietari degli animali rispondano di tutti i danni causati da quest’ultimi a cose, persone e altri animali. Una valida risorsa per i possessori di animali domestici potrebbe essere la sottoscrizione di una polizza animali.

La polizza animali
La polizza assicurativa per il possesso di animali rappresenta un obbligo di legge per i proprietari di determinate razze di cani (quelle che il Ministero della Sanità ha inserito nell’elenco dei “cani a rischio aggressività”. Se il proprio cane rientra tra quelli menzionati nella lista ministeriale, occorre fare attenzione: la polizza obbligatoria, infatti, copre solo i danni ad altre persone, mentre per godere di una protezione rispetto anche a quelli inferti a cose e ad altri animali è necessario estendere l’assicurazione (pagando, generalmente, un premio più alto).

Dello strumento assicurativo, tuttavia, possono avvalersi anche quanti desiderino stare tranquilli riguardo i danni che potrebbe provocare il proprio animale. Inoltre, in determinati casi, la copertura assicurativa offerta da questo tipo di polizza copre anche tutte le spese veterinarie per cura dell’animale, per i farmaci, per la durata del ricovero in una struttura ambulatoriale e per gli interventi chirurgici che dovessero rendersi necessari.

Se l’animale è stravagante
Chi sceglie per compagnia un animale esotico deve prepararsi a pagare un premio assicurativo considerevolmente più alto. Siccome, portati fuori dal loro ambiente naturale, gli animali esotici incorrono assai più facilmente in malesseri e malattie, nel loro caso il ricorso alle cure del veterinario è assai più probabile... e le compagnie assicurative si regolano di conseguen

  • shares
  • +1
  • Mail