Mutui a tasso fisso e mutui a tasso variabile: quali sono le offerte più convenienti?

mutui

Quando chiediamo alla Banca una proposta di mutuo, quest'ultima può avere una durata più o meno lunga.

Cosa cambia?

Cambia molto. Se noi ricevessimo oggi dalla nostra Banca una proposta con una validità pari a sei mesi, in seguito ad un eventuale rialzo dei tassi da parte della BCE, non ci vedremmo automaticamente "ritoccare" le condizioni del mutuo (almeno fino alla fine del semestre).

Un altra strada potrebbe essere invece quella by Bnl che ha adottato la strategia commerciale dei "Tassi bloccati fino al 31 luglio".

In vista del nuovo rialzo, previsto per i primi di agosto (l'eco dell'ultimo aumento ancora non si é spenta, leggi) il Sole24Ore e Mutuionline hanno comparato i Mutui di circa trenta banche.

"Particolare attenzione - a detta del Sole - va prestata alla durata del mutuo, se infatti diradando la restituzione in più anni é possibile mantenere una rata contenuta di contro aumenta sensibilmente l'importo del capitale restituito."

Al top della classifica troviamo Bnl, Banca Sella, Ing Direct e Banco di Roma.

Se prendiamo come metro di comparazione un Mutuo pari a 120mila euro per 10 anni (80% del valore dell'immobile) per i mutui a tasso variabile (TV) domina la classifica Bnl con un TV pari al 4,60% e una rata di 1.249 euro mentre la vetta del tasso fisso é presidiata da Bnl con un tasso fisso (TF) del 3,76% e una rata pari a 1.202 euro.

Sui 15 anni il discorso cambia e troviamo in cima alla classifica, per il tasso variabile, Bnl con un TV del 4,80% e una rata pari a 937 euro. Sul fisso invece trionfa Ing Direct, TF pari a 3,91% e rata di 882 euro.

Infine per un mutuo di 120mila euro di 20 anni se proprio volete scegliere la convenienza allora per il variabile decidete per Bnl (TV 5,05% e rata 795 Euro) mentre per il fisso vi conviene, a pari merito, Ing Direct o Banco di Roma con una rata pari a 722 euro e con un TF del 3,91% per Ing (3,92% per B. di Roma).

  • shares
  • +1
  • Mail