I saldi non rilanceranno i consumi

La boccata d’ossigeno rappresentata dai saldi non servirà a ridare slancio ed energia al settore del commercio italiano. La stagione delle svendite non farà segnare alcuna ripresa dei consumi, che, anzi, secondo le previsioni dell’Adoc dovrebbero contrarsi rispetto agli anni passati.

Le previsioni dell’Adoc
I saldi invernali nelle previsioni dell’associazione dei consumatori non saranno una stagione particolarmente felice. Rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, stimano i consumatori, gli acquisti caleranno in maniera sensibile, portando a una riduzione della spesa quantificabile in circa 120 euro a persona (-8% a confronto con i saldi 2010).

Carlo Pileri, presidente Adoc, chiarisce le previsioni della sua associazione: “Male soprattutto le calzature, per cui prevediamo un meno 19% e l’abbigliamento bassa qualita’ (-25%). Mentre l’abbigliamento di alta qualita’ segnera’ un rialzo del 2% delle vendite, in crescita del 4% sia l’abbigliamento sportivo, grazie soprattutto alla stagione sciistica, sia gli accessori come guanti e cappelli, grazie anche alle previsioni di un inverno molto freddo”.

Lucida e chiara, da parte dell’Adoc, anche l’analisi delle cause che porteranno al “fallimento” delle svendite: “I saldi pagano la miopia dei commercianti, siamo l’unico Paese occidentale a far iniziare la stagione dei saldi col nuovo anno, mentre altrove, dagli Stati Uniti all’Inghilterra, i saldi iniziano a ridosso o subito dopo le festivita’ natalizie. Senza questo ostracismo verso l’inizio anticipato probabilmente gli incassi potrebbero essere superiori a quanto preventivato.”

Si aprono nuove vie
In base alle rilevazioni dell’Adoc, in Italia, prende sempre più piede il commercio online. Come spiega Pileri: “Nella fascia d’eta’ dai 18 ai 40 anni stiamo registrando un incremento degli acquisti di capi d’abbigliamento online, uno su tre comprera’ sul web. In rete esistono negozi virtuali che offrono sconti anche fino al 50% su prodotti di qualita’ e non, con la possibilita’ di cambiare i

  • shares
  • +1
  • Mail