Chi paga le tasse? Per bar e ristoranti oltre il 55% di "nero"


Chi paga le tasse in Italia? Sembra di capire che siano sempre i soliti noti a tirare avanti la carretta, quelli che non possono evadere il fisco perché le imposte se le vedono trattenute in busta paga. Ma se dovessere dichiarare e versare in autonomia che farebbero? Meglio non pensarci dopo l'ultimo studio Istat sull'economia sommersa.

Certo, i pregiudizi non vanno alimentati in modo acritico, ma quando sono i fatti a confermare la vox populi, c'è poco da fare. Il settore con la più alta percentuale di capitali sommersi è la ristorazione con alberghi ed esercizi commericiali, in cui a quanto pare il nero raggiunge il 56,8% del fatturato totale: su più di metà degli incassi, quindi, moltissimi non pagano le tasse. Subito dietro, nella speciale classifica, il lavoro di assistenza domestica svolto da colf e badanti (al 52,9%9 e poi il settore agricoltura con il 31,1% di sommerso.

Il discorso è semplice ed è sempre il solito: se pagassimo tutti, si potrebbe pagare di meno e i soldi risparmiati finanzierebbero la crescita e gli investimenti privati, mentre lo stato potrebbe contare sui fondi che gli servono per amministrare la burocrazia e fornire un ampio ventaglio di servizi al cittadino

  • shares
  • +1
  • Mail