Detersivi per lavatrice: l'Ue condanna il cartello dei produttori


Tra il 2002 e il 2005 avete acquistato detersivo in polvere per il bucato? In questo caso avete pagato più del dovuto a causa di un cartello anti-concorrenziale messo su dai colossi del settore, Procter&Gamble, Unilever ed Henkel. La Commissione Europea, infatti, ha appena inflitto una multa da 315,2 milioni di euro proprio a P&G e a Unilever per questo accordo proibito sui prezzi, dimostrato quanto meno per tre anni in Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna e Paesi Bassi; Henkel è stata esentata dalla multa perché ha denunciato per prima il cartello di cui faceva parte.

Secondo le associazioni dei consumatori per risparmiare sui detersivi è bene scegliere i detersivi "alla spina", che si acquistano sfusi senza la confezione. Una famiglia di quattro persone - ha calcolato l'Onf, Osservatorio Nazionale Federconsumatori - può risparmiare oltre 200 euro all'anno

68,16 euro sui detersivi per lavatrice, calcolando un consumo annuo di 96 litri; 17 euro sull'ammorbidente, per un consumo annuo di 18 litri; 41,34 euro sul detersivo per i piatti, per un consumo di 39 litri; 31,68 euro sul detersivo per pavimenti, per un consumo di 24 litri; 9 euro sui detersivi per i vetri (4 confezioni l'anno); 38 euro sul sapone per le mani, per un consumo annuo di 7 litri.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: