Cambiare gestore elettricità: conviene davvero?

Il mercato libero dell'energia, come orientarsi?
Conviene davvero cambiare gestore dell'energia elettrica? Quanto si risparmia effettivamente in bolletta? Cinque milioni di famiglie, il 16.5% del totale, e il 22.4% delle piccole e medie imprese hanno cambiato fornitore di energia elettrica negli ultimi 5 anni. Lo sottolinea l'Autorità per l'Energia giudicando il dato in maniera positiva uniti all'invito al Governo e al Parlamento ad adottare nuovi interventi per accelerare questa tendenza.

Curiosamente in maniera diametralmente opposta si era espressa la Federconsumatori appena una settimana fa sottolineando come queste cifre siano da considerare deludenti. Sono ancora la netta maggioranza gli utenti che preferiscono continuare a vedersi applicate le tariffe del cosiddetto mercato di maggior tutela, quello che prevede tariffe adeguabili soltanto attraverso una delibera dell'Autorità per l'Energia.

Chi ha ragione? Difficile dirlo. Certo è impossibile non rilevare quanto sia complicato districarsi fra le centinaia di offerte e tariffe presenti sul mercato per l'energia elettrica. Gli operatori sono tanti, ma è molto difficile per il consumatore essere raggiunto da informazioni sulle alternative a disposizione. Eppure con i prezzi dell'elettricità in costante salita ed un caro energia che sembra non avere soste dovrebbero essere molti di più gli utenti pronti a lanciarsi sul mercato libero. Le campagne pubblicitarie sono ancora appannaggio di pochi operatori (Eni, Enel e Sorgenia) con le ex municipalizzate (Iren, Aem, Hera fra le altre) che continuano a curare principalmente i mercati locali.

Per capire se (e quanto) convenga cambiare gestore dell'energia i consumatori devono conoscere con precisione i dati medi di consumo annuo e la percentuale di consumi nelle fasce orarie diurna e notturna della loro bolletta elettrica. Agli utenti viene incontro come sempre il web, in particolare l'ottimo sito indipendente Sos Tariffe. La sezione sulla comparazione delle tariffe del mercato dell'energia è un punto di partenza ideale, bollette alla mano, per capire meglio come orientarsi.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: