Non sprecare denaro e risorse: perché buttare via?

Vendere oggetti usati
La società consumistica ci impone di buttare via oggetti di cui pensiamo non poter fare più nulla. L'idea di fondo stessa della nostra economia si base sul gettare via e ricomprare: se acquistiamo un nuovo frullatore sentiamo spesso l'irrefrenabile desiderio di buttare quello vecchio, magari ancora funzionante. Questo comportamento è fra i più anti-economici che si possa immaginare, senza stare a considerare l'impatto sulle discariche con cataste di rifiuti che si fa fatica a smaltire non soltanto nella disastrata Campania.

Ci sono diversi modi per fare soldi da oggetti che non usiamo più e che butteremmo per risparmiare spazio.

Prova a vendere i tuoi oggetti

- In Italia manca ancora la tradizione americana dello Yard Sale, ma gli strumenti di internet ci possono venire incontro. Aste online su Ebay, annunci su siti come Bakeka, ma anche sulle vecchie "bacheche" presenti negli spazi d'aggregazione del tuo quartiere, nel tuo ufficio, nel tuo bar. Hai qualcosa che non usi più? Per qualcun altro può avere un valore. Da un computer non funzionante si possono recuperare pezzi di ricambio, da una cartuccia per la stampante esaurita si può avere uno sconto sull'acquisto di una nuova.

- I tuoi vecchi Cd, libri e riviste possono avere un valore sul mercato dei collezionisti. In ogni città ci sono mercati dell'usato ai quali affidare materiale che poi finirà sulle bancarelle insieme a quelle "cianfrusaglie" che in tanti preferisco buttare via. A Torino, per esempio, c'è il Balon, storico mercato delle pulci.

Usa il passaparola per scambiare cose inutili per te con cose inutili per altri

- Prima di portare al cassonetto qualsiasi cosa prova a parlare con i tuoi amici e conoscenti. Potresti scambiare il tuo vecchio impianto stereo, per te "superato" dall'ultimo nuovo acquisto Hi-Fi, con qualcosa che qualcun altro butterebbe via.

Se proprio non hai un'alternativa puoi sempre donare

- Il tuo notebook non ti soddisfa più? Non riesci a far girare gli ultimi videogames senza scatti? Se lo vuoi cambiare e ritieni il suo valore commerciale troppo basso, magari proprio per quel paio di tasti danneggiati o l'audio che gracchia, hai sempre l'alternativa di donare. Non regalare, attenzione, ma proprio donare a chi (come le persone impegnate nel progetto Trashware) di quell'oggetto che tu ritieni pronto per la discarica possono farlo diventare uno strumento didattico per scuole e comunità. Lo stesso discorso vale per scarpe e vestiti usati: lo sforzo di portare i nostri vecchi abiti ad uno dei centri raccolta gestiti dalla Caritas vale la soddisfazione di sapere di non aver sprecato qualcosa di ancora utilizzabile.

  • shares
  • +1
  • Mail