Quanto guadagnano i laureati? Medicina il titolo più redditizio


Quanto guadagnano i laureati italiani? Quanto pesa il tipo di titolo di studio conseguito sul reddito medio che andranno a percepire una volta inseriti (con un po' di fortuna) nel mercato del lavoro? Abbiamo già visto come paiano favoriti i diplomati rispetto alle persone che si impegnano nel lungo percorso formativo dell'Università, ma ancora più nel dettaglio racconta la realtà un'indagine condotta da Almalaurea che ha monitorato il reddito dei laureati per settore. Il risultato è piuttosto ovvio, sono gli ex studenti di Medicina a poter contare sulla migliore aspettativa di guadagno con 1633 euro al mese seguiti dagli ingegneri e dai laureati nell'ambito economico-statistico rispettivamente con 1532 e 1461 euro mensili.

Non sono poi tanto lontani i laureati nell'ambito Politico-sociale (in cui rientra la vituperata facoltà di Scienze Politiche) con 1283 euro, addirittura piazzati sopra ai 1279 dell'ambito scientifico e i 1265 dei chimici e dei farmacisti. Se la cavano anche i laureati in agraria con 1207 euro, addirittura sopra ai 1145 euro di architettura, uno dei corsi di studio più impegnativi e lunghi, ma che difficilmente producono risultati in termini reddituali.

Molto in basso, rispetto a quello che si poteva immaginare, troviamo l'ambito giuridico (evidentemente troppo inflazionato) con 1137 euro mensili, sotto i 1140 dei laureati in lingue. Chiudono la classifica le lauree in geologia e biologia con 1106 euro, quelle relative all'insegnamento (1081). Infine, fanalini di coda, l'ambito letterario con 985 euro, comunque qualche euro in più dei poveri psicologi, ultimi con un reddito medio di 917 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail