La Rai aumenta il canone dopo la partenza di Santoro?

Aumento del Canone Rai dopo la dipartita di Santoro?
Il Canone Rai è probabilmente fra le tasse più odiose a cui sono sottoposti i cittadini italiani. Spacciato come "canone d'abbonamento alla televisione" in realtà è una tassa sul possesso di "apparecchi atti alla ricezione di trasmissioni radio/televisive". Non conta se e quanto guardata le reti Rai, l'importante è avere una tv in casa oppure, secondo un'interpretazione più estensiva, qualsiasi cosa riceva il segnale tv (compresi quindi i sintonizzatori portatili e non per computer).

La sua evasione, di difficile accertamento, è largamente diffusa e i bilanci della Rai ne risentono parecchio. L'ultima novità nei palinsesti della tv di stato, la sparizione dalla prossima stagione di Annozero, potrebbe aggravare la situazione. Questa almeno è l'interpretazione anche dei nostri esperti auditel di TvBlog che hanno spiegato come RaiDue sarebbe fortemente penalizzata senza lo share garantito dal programma di Michele Santoro. Inevitabile sarebbe la ricaduta sugli introiti pubblicitari.

Così oggi da Repubblica.it è partita la notizia secondo la quale il direttore generale Lorenza Lei avrebbe avuto garanzia di un aumento del Canone per il 2012 più sostanzioso di quello "programmato per l'inflazione" che sta facendo salire progressivamente l'importo della tasse di 1.5 euro ogni 12 mesi da diversi anni. Sarà vero? L'unico modo per scoprirlo è aspettare il prossimo gennaio.

  • shares
  • Mail