I ricchi del mondo sempre di più e sempre più ricchi, alla faccia della crisi

La crisi economica morde? Non per tutti. Secondo il World Health Report di Merrill-Lynch i ricchi sono in aumento e sono sempre più ricchi. Nel 2010, con una crescita dell'8,3% rispetto al 2009, sono diventati quasi 11 milioni di gli individui che dispongono di un patrimonio investibile di almeno un milione di dollari (circa 700 mila euro). I Paperoni risiedono soprattutto negli Stati Uniti e nell'area asiatica del Pacifico e crescono numericamente in tutti i paesi, fanno eccezione soltanto Italia e Spagna.

Questi 11 milioni di persone sono denominati Hnwi (High Net Worth Individual) e rappresentano lo 0,2% della popolazione mondiale. Meno dell'1% di loro è un "ultra Hnwi", vale a dire un "super ricco" con un patrimonio di almeno 30 milioni di euro, circa 22 milioni di euro. L'anno "nero" per i ricchi, il 2008, è alle spalle. All'epoca erano soltanto 8,6 milioni di persone, salite a 10 già nel 2009. La crescita è anche nel cumulo dei loro patrimoni. L'anno scorso gli Hnwi avevano a disposizione 42,7 miliardi di dollari, il 9.7% in più del 2009.

Insieme alla crescita si accompagna un cambiamento della "geografia" dei ricchi. I primi tre paesi per ricchi residenti rimangono Stati Uniti, Giappone e Germania (con il 53% degli Hnwi), ma sono altri i paesi che hanno fatto registrare la maggior crescita nel 2010: Hong Kong +33,3%, Vietnam +33,1% e Sri Lanka +27,1%. L'Asia supera così l'Europa al secondo posto fra le macro aree con più Hnwi alle spalle del Nord America. I ricchi del vecchio continente crescono tornando ai livelli del 2007 con 3,1 milioni di persone, soltanto Polonia (+28,7%) e Svezia (+26,1%).

  • shares
  • +1
  • Mail