Manovra: dai tagli alle pensioni d'oro un risparmio per 2780 miliardi


Secondo quanto contenuto nella relazione tecnica che accompagna la manovra correttiva saranno significativi i risparmi generati dallo stop alle rivalutazioni delle pensioni cosiddette d'oro. Nel solo triennio 2012-2014 lo Stato risparmierà 2,780 miliardi al lordo degli effetti fiscali. La misura, contestata dalle associazioni dei consumatori, sarà una parte significativa della manovra correttiva.

La rivalutazione sarà del tutto congelata per le pensioni superiori ai 2300 euro (5 volte il trattamento minimo Inps) e applicata soltanto al 45% per quelle superiori ai 1400 euro, vediamo i dettagli.


- fino a 1.428 le pensioni saranno rivalutate per intero
- tra 1.428€ e 2.380€ saranno rivalutate per intero fino a 1428 euro e al 45% per la parte fino ai 2380. e al 45 per cento nella fascia fino a 2.380;
- Oltre 2.380€ la rivalutazione non scatterà soltanto per la parte eccedente questa cifra.

Saranno 4,4 milioni i pensionati coinvolti nella manovra senza contare le modifiche con il progressivo aumento dell'età pensionabile per le donne.

  • shares
  • +1
  • Mail