Ronde Coldiretti? Ricarichi sui prezzi del 500%


Il blitz degli agricoltori di Coldiretti, che hanno organizzato apposite "ronde" per visionare i prezzi, la qualità e la provenienza della frutta e della verdura in 20 supermercati della riviera romagnola nel pieno dell'estate vacanziera non ha fatto rilevare risultati sorprendenti, almeno per i più pessimisti.

Secondo la denuncia dei rappresentanti dell'associazione degli agricoltori non mancano i casi in cui fra il prezzo di partenza nei campi e quello applicato nella media e grande distribuzione la differenza sia in alcuni casi del 500% mentre continuano i problemi sul fronte dell'etichettatura (non chiara sull'origine e la categoria del prodotto) ed è tanta la frutta proveniente dall'estero nei supermercati nonostante la produzione Made in Italy sia pienamente attiva.

L'iniziativa dimostrativa punta ancora una volta a mettere sotto la lente d'ingrandimento i guasti della distribuzione di frutta e verdura che costringe gli agricoltori a lavorare in perdita senza scaricare alcun vantaggio sui consumatori che, al contrario, trovano prezzi sempre più alti.

  • shares
  • +1
  • Mail