Istat: disoccupazione stabile all'8%

Gli ultimi dati Istat sulla disoccupazione, ancora provvisori, indicano una situazione sostanzialmente stabile. A giugno, l'ultimo mese rilevato dall'Istituto, gli occupati erano 22.917 mila, con una diminuzione dello 0,1% rispetto a maggio (14 mila posti di lavoro persi). Il tasso di occupazione, pari al 56,9%, è stabile "sia nel confronto congiunturale sia in termini tendenziali".

Il leggero calo, comunque un +0,1% (+31 mila unità) rispetto al 2010, è attribuibile alla componente femminile:

Il numero dei disoccupati, pari a 2.001 mila, registra una diminuzione dello 0,3% (-7 mila unità) rispetto a maggio, sintesi della diminuzione della componente maschile e dell'aumento di quella femminile. Su base annua il numero di disoccupati diminuisce del 3,9% (-81 mila unità). Il tasso di disoccupazione si attesta all'8,0%, livello analogo a quello registrato negli ultimi mesi; su base annua il tasso cala di 0,3 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione giovanile scende al 27,8%, facendo registrare una diminuzione congiunturale di 0,4 punti percentuali. Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni aumentano dello 0,1% (+22 mila unita') rispetto al mese precedente e il tasso di inattività si attesta al 38,1%

Continuano quindi le difficoltà dovute ad un differente trattamento sul lavoro per le donne italiane, le prime ad essere penalizzate e sacrificate in periodi di crisi.

  • shares
  • +1
  • Mail