Decreto del "Fare", Zanonato: taglio di 500 milioni alle bollette

Il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato sul decreto in esame domattina: taglio delle bollette a cittadini ed imprese.

Flavio Zanonato, ministro per lo Sviluppo Economico, ha parlato di qualche provvedimento che sarà contenuto nell'ormai famoso decreto del "Fare": tagli alle bollette e credito agevolato.

Il decreto, che sarà discusso domani mattina in Consiglio dei ministri, si tratterà parecchia materia fiscale su cui Zanonato ha rilasciato qualche dichiarazione: il ministro fa poi sapere che la Cassa Depositi e Prestiti metterà a disposizione 5 miliardi di credito agevolato, ad un tasso dimezzato rispetto a quello di mercato, per le imprese che innoveranno il processo produttivo acquistando nuovi macchinari, fino a 2 milioni di euro.

Questo, unitariamente allo sblocco dei 40 miliardi (che poi sono 80) di pagamenti alle imprese e all'eventuale blocco dell'aumento dell'Iva (su cui si è accesa una polemica tra Brunetta ed alcuni esponenti del governo, come Saccomanni e Franceschini) dovrebbe, il condizionale è d'obbligo, essere un'iniezione di fiducia negli animi dei cittadini italiani e delle imprese, nonchè un primo accenno di crescita.

Zanonato ha annunciato che il decreto del "Fare" conterrà anche il taglio delle bollette elettriche a cittadini e imprese per oltre 500 milioni di euro:

Ci sono gli oneri di sistema che oggi pesano sui piccoli mentre ai grandi li abbiamo abbonati. Io sto pensando di ridurre gli incentivi agli impianti Cip6 concentrando l'abbassamento degli oneri in bolletta proprio per le piccole imprese.

ha spiegato il ministro.

  • shares
  • +1
  • Mail