Insediato al ministero dello Sviluppo gli Stati generali per l'export

A ottobre si riuniranno gli Stati generali dell'export. Nei giorni scorsi, peraltro, si sono insediati i sei tavoli di lavoro per preparare l'appuntamento di autunno
A ottobre si riuniranno gli Stati generali dell'export. Nei giorni scorsi, peraltro, si sono insediati i sei tavoli di lavoro per preparare l'appuntamento di autunno. Lo scopo è quello di ascoltare gli imprenditori, suddivisi in gruppi di lavoro e competenze settoriali, sarà una sorta di campus che metterà a frutto le esperienze, le proposte e le idee innovative per un impegno comune a sostegno del made in Italy.

Sei i tavoli tematici, presieduti da altrettanti consiglieri per l'internazionalizzazione: agroalimentare/artigianato, ambiente/energia/materie prime, arredo/sistema casa, automazione/meccanica/mobilità, abbigliamento/sistema persona, servizi. Per la composizione dei tavoli, sottolineano dal ministero dello Sviluppo, gli uffici hanno lavorato insieme al consigliere personale per l'export del premier, Massimo Calearo.

L'annuario dell'Istat offre sul tema export un risultato dalla doppia lettura: nel 2010, nonostante le turbolenze dell'economia internazionale, le esportazioni italiane sono aumentate del 15,8% ma la nostra quota sul commercio mondiale è scesa dal 3,3 al 3 per cento: insomma, ci sono da difendere le nostre eccellenze per non perdere posizioni, anche con politiche più incisive rispetto a quanto fatto finora.

  • shares
  • +1
  • Mail