Speciale Credito al Consumo, mutui e microcredito

Un piccolo vademecum a puntate su quello che si deve sapere sul credito al consumo Siamo giunti all'ultima puntata dello speciale sul Credito al Consumo, parliamo di mutui.

Per tutta la durata del mutuo, in più, la banca deve fornire al proprio cliente le comunicazioni sull'andamento del mutuo, in gergo, deve illustrare l’andamento del rimborso previsto dal piano di ammortamento. Se il mutuo è vincolato ad un conto corrente, anche gli estratti conto devono essere inviati con una certa regolarità: almeno una volta l'anno, oppure ogni sei, tre o un mese.

Anche per i mutui immobiliari è stata abolita la penale per l'estinzione anticipata del finanziamento e sono state introdotte novità sull'ipoteca e la surroga. L'ipoteca, per esempio, che la banca iscrive come garanzia durante l'acquisto di una casa, si estingue con il mutuo e la banca, entro 30 giorni è obbligata ad inviarne una quietanza al consumatore che ha finito di pagare il mutuo.

La Riforma del Credito al Consumo, infine, ha inciso sulla vita delle associazioni no profit e delle cooperative iscritte negli elenchi che, da settembre 2010, possono accedere ai finanziamenti per l’avvio delle imprese, a patto che siano rispettate tre condizioni: che il prestito non superi i 25 mila euro, che il credito sia effettivamente usato per avviare o sviluppare nuove iniziative imprenditoriali, che i soggetti finanziati siano sottoposti a monitoraggio e assistenza.

Tutte le news sull'argomento si trovono a questo link.

  • shares
  • +1
  • Mail